menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il centro storico è in ginocchio: servono provvedimenti concreti"

A parlare sono i consiglieri della Lega Rolando e Greco: "Ci chiediamo a chi possa giovare un centro deserto con strade buie, conseguenza di vetrine spente"

"ll centro storico è in ginocchio, urgono provvedimenti concreti e immediati". A parlare sono i consiglieri della Lega Rolando e Greco: "A seguito dei nostri numerosi incontri avvenuti con l'assessore Cameliani a settembre 2019 in cui chiedevamo di perseguire le politiche di altre amministrazioni quali Rimini per la no tax area e Bologna, chiediamo un riscontro puntuale su queste proposte. Il mercato è saturo: troppa offerta, poca domanda. Pertanto si rende necessaria una regolamentazione, in via sperimentale. A tutt'oggi non abbiamo ancora avuto delle risposte; abbiamo raccolto ben 1200 firme che presto depositeremo, poiché alla luce dei dati allarmanti della Camera di commercio ci chiediamo che cosa stia aspettando questa amministrazione ad adottare immediatamente i provvedimenti richiesti, che consapevolmente non risolverebbero nell’immediatezza la situazione drammatica in cui versa il centro storico di Ravenna perché urgerebbe una riforma del commercio a livello nazionale ed europeo sulla concorrenza sleale, e-commerce e non solo, ma in questa fase transitoria perlomeno aiuterebbe a dare ossigeno al centro storico. Via Diaz ne è un esempio tangibile, oltre al degrado vergognoso in cui versa".

"Le prospettive non sono certo rosee per l'economia - proseguono i due consiglieri - Le stime di crescita per quest'anno e per il prossimo sono praticamente ai minimi; non solo, ma si profilano aperture di ben tre nuovi centri commerciali, dislocati nelle immediate periferie di Ravenna che inevitabilmente contribuiranno ad affossare ulteriormente il centro. Ci chiediamo a chi possa giovare un centro deserto con strade buie, conseguenza di vetrine spente. Il mancato presidio del territorio genererà degrado, microcriminalità nonchè deprezzamento degli immobili e continuerà a rendere il centro poco attrattivo. Oltre a ciò, ricordiamo come già proposto all’assessore, per risollevare tutto il comparto commerciale e turistico serve investire su parcheggi, sul potenziamento della rete ferroviaria alta velocità: Ravenna deve essere collegata quanto prima a tutti i capoluoghi di regione. Urge il dragaggio del Candiano per il turismo croceristico e per il porto industriale, insieme a un progetto concreto di valorizzazione marittima della Darsena".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento