menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Centro Studi Manlio Monti compie due anni

L'istituto, nato 2 anni fa, prende il nome dall'appassionato sindacalista fondatore della Uil di Ravenna e grande esponente repubblicano

Si è riunita sabato a San Michele l'Assemblea dei soci del Centro Studi Manlio Monti. L'istituto, nato 2 anni fa, prende il nome dall'appassionato sindacalista fondatore della Uil di Ravenna e grande esponente repubblicano.

Alberto Gamberini, che lo presiede, aprendo i lavori ha sottolineato "il dovere morale di sviluppare l'attività del Centro Studi che ci lega a veri protagonisti dello sviluppo economico e sociale di Ravenna come Monti ma anche a chi ne è stato fondatore e anima come Pietro Barberini". Sono poi intervenute Novella Barberini Sacchetti e Claudia Foschini, rispettivamente segretaria e coordinatrice del Centro, che hanno ricordato i vari appuntamenti promossi negli ultimi mesi e ringraziato i nuovi affiliati. Giannantonio Mingozzi, anche in qualità di presidente di Tcr, il terminal portuale, ha illustrato alcune iniziative che si intendono promuovere entro l'anno rivolte in particolare alla formazione civica e professionale dei giovani nonchè alle problematiche infrastrutturali e portuali di Ravenna. Infine il vicesindaco Eugenio Fusignani, concludendo i lavori, ha apprezzato l'autonomia e l'indipendenza del Centro Studi di matrice laica augurandosi che ogni iniziativa di studio e convegnistica possa essere di stimolo e di pungolo per la crescita di Ravenna e per l'attività delle istituzioni pubbliche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento