Il Cestha lancia l'allarme: "Emergenza tartarughe marine spiaggiate"

Continua anche in questi giorni l'emergenza spiaggiamenti di piccole tartarughe marine che arrivano fortemente debilitate e ricoperte di parassiti lungo le coste dell'Emilia Romagna

Continua anche in questi giorni l'emergenza spiaggiamenti di piccole tartarughe marine che arrivano fortemente debilitate e ricoperte di parassiti lungo le coste dell'Emilia Romagna. Ancora due solo negli ultimi giorni. Una piccola di circa 20 cm è stata ritrovata, purtroppo già morta, dai biologi del gruppo di ricerca Tao del centro di Primo Soccorso di Porto Garibaldi, mentre una poco più grande, di 23 cm di carapace, è stata recuperata lunedì mattina a Cervia grazie all'ausilio della Capitaneria di Porto. L'animale si trova ricoverato presso il centro di recupero e terapia Cestha di Marina di Ravenna.

"Il nostro staff è già al lavoro per indagare questo fenomeno che ormai sta assumendo proporzioni tristemente elevate - spiega la responsabile del centro, la biologa marina Sara Segati - Altri casi, infatti, sono arrivati con sintomatologia simile al nostro centro nelle scorse settimane e altri sono in degenza presso altre strutture di recupero. Continueremo i monitoraggi lungo le coste di nostra competenza della provincia di Ravenna e Ferrara per essere pronti a intervenire il più tempestivamente possibile nel caso continuassero a verificarsi questi episodi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Bonaccini: "Emilia-Romagna zona gialla da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

Torna su
RavennaToday è in caricamento