menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il consiglio conferisce la cittadinanza onoraria al Capitano Cristiano Marella

Il profilo professionale del comandante Marella si distingue per le consistenti esperienze operative nella repressione dei reati più disparati, nonché in ambito investigativo e in operazioni di polizia giudiziaria

Il prossimo consiglio comunale di Faenza, convocato per giovedì 25 ottobre alle 18.30, si aprirà con la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a Cristiano Marella, già comandante della Compagnia Carabinieri di Faenza. Il riconoscimento gli sarà assegnato, come si legge nella delibera approvata all'unanimità nel corso del consiglio comunale del 27 settembre scorso, "per l'assiduo e proficuo servizio prestato alla comunità di Faenza, nel ruolo di Comandante della Compagnia Carabinieri per cinque anni, dal settembre 2013 al settembre 2018. Un impegno sempre in prima linea, volto ad accrescere il livello di sicurezza nel nostro territorio, per l'incessante attività di contrasto al crimine, per la costante attività di promozione e diffusione del senso civico e della legalità nonché per l'alto valore umano e sociale mostrato nell'espletamento delle funzioni istituzionali".

Cristiano Marella è nato a Gioia del Colle (Bari) nel 1975. Coniugato, con due figli, ha conseguito dapprima la maturità classica, poi la laurea in Civiltà dell'Europa Orientale e del Mediterraneo – indirizzo Scienze politiche e delle relazioni internazionali – presso la facoltà di Conservazione dei Beni culturali dell'Università di Bologna. Ha inoltre frequentato diversi corsi di alta formazione giuridica e professionale legati all’ambito delle scienze penalistiche e criminologiche e della antropologia criminale. Nel 1996 vince il concorso per l'ammissione al 1° corso biennale per il ruolo Ispettori dell’Arma dei Carabinieri. Dopo un periodo di tirocinio in Calabria, a 23 anni, con il grado di maresciallo, viene trasferito come prima destinazione in Sicilia, sotto la Compagnia Carabinieri di Milazzo, dove ha cominciato le prime esperienze nell’Arma territoriale con incarico di vice comandante di Stazione. Alla fine del 1999 è trasferito a Palermo, quale sottufficiale in sottordine, presso la Stazione Carabinieri di Palermo-Brancaccio. Nel 2004, vincitore di un concorso interno per la nomina di 25 ufficiali del ruolo speciale, con il grado di sottotenente, frequenta la Scuola Ufficiali dell’Arma a Roma. Nel settembre del 2005 è destinato a Forlì, dove assume il comando del Nucleo Operativo e Radiomobile, che dirige per otto anni con il grado di tenente e, dall’agosto del 2011, con quello di capitano. Nel settembre del 2013 viene assegnato al comando della Compagnia Carabinieri di Faenza, dove rimane fino a poche settimane fa, prima di essere destinato, nel settembre 2018, al comando della Compagnia Carabinieri di Carrara. Medaglie di benemerenza, encomi e apprezzamenti caratterizzano la sua carriera, oltre a numerose missioni svolte in Italia e all'estero. In particolare, nel 2012, è insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “al merito della Repubblica Italiana”, concessa dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e nel giugno del 2018 è insignito dell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine “al merito della Repubblica Italiana”, concessa dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il profilo professionale del comandante Marella si distingue per le consistenti esperienze operative nella repressione dei reati più disparati, nonché in ambito investigativo e in operazioni di polizia giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento