menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il gioco di carte ideato da un lughese arriva al Presidente della Repubblica

"Ho spedito una copia de Il Mondo in Tasca anche al Presidente Mattarella augurandomi che potesse giocarci con i suoi nipoti - spiega Fenati - E il Presidente mi ha scritto ringraziandomi"

E' un'anima romagnola quella che pulsa dietro al gioco di carte "Il mondo in tasca - Città d'Italia", ideato dal cantautore voltanese Michele Fenati ed eletto, nel luglio scorso, simbolo della cultura italiana dalla Società Dante Alighieri diffusa a livello internazionale. Così sulla scia del successo riscosso, sottolineato da una lettera di ringraziamento giunta dalla Presidenza della Repubblica, Fenati ha realizzato la nuova versione del gioco dedicata all'Europa fisica e disponibile sul mercato da qualche giorno.

La struttura del gioco, basato su carte illustrate ricche di informazioni interenti le città a cui sono dedicate, resta immutata. La nuova versione, dal nome "Il mondo in tasca. Capitali d'Europa", permette di scoprire i segreti di 42 capitali di altrettanti Stati attraverso la versatilità delle carte utilizzabili in 4 modi diversi per mettere alla prova la capacità dei giocatori dagli 8 ai 99 anni, in base a vari livelli di difficoltà. La ricchezza del gioco e la sua capacità di veicolare importanti informazioni didattiche ed educative, oltre a curiosità, sono stati gli elementi che hanno permesso alla Società Dante Alighieri di scegliere la prima edizione dedicata alle città italiane come simbolo ludico e culturale per l’83esimo Congresso internazionale "L'italiano che ci unisce" organizzato a Buenos Aires nel luglio scorso con l'alto patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana. L'evento è considerato uno dei principali, a livello mondiale, per la valorizzazione e la diffusione della cultura italiana.

"In quella occasione ho spedito una copia de Il Mondo in Tasca anche al Presidente Mattarella augurandomi che potesse giocarci con i suoi nipoti - spiega Fenati - E il Presidente mi ha scritto ringraziandomi. E' stato un enorme piacere ricevere la lettera". "Il Mondo in tasca. Città d'Europa" è stato presentato nei giorni scorsi durante il salone Lucca Comics and Games, la cui platea è stata scelta per la seconda volta da Fenati come madrina del lancio. "Durante la presentazione ho avuto nuovamente conferma che bambini non lo interpretano come un gioco scolastico - sottolinea Fenati - ma come una opportunità di imparare i nomi delle città, soprattutto quelli più difficili da memorizzare, e le informazioni che le riguardano. La loro capacità mnemonica è elevatissima. Nei giorni di acqua alta a Venezia, ad esempio, un bambino mi ha chiesto come fosse possibile il verificarsi di quel fenomeno quando a Amsterdam, che sorge ad un livello inferiore sul mare, resta sempre asciutta. I dati li aveva imparati giocando con il Mondo in tasca".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento