menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ladro torna sul luogo del delitto con gli stessi abiti e viene riconosciuto

Il colpo era stato commesso nel centro commerciale "La Filanda" e, una commessa, non ha avuto dubbi chiamando i carabinieri

Era assolutamente convinto di farla franca ma la presupponenza di un malvivente è stata punita. Nella giornata di venerdì i carabinieri di Faenza hanno arrestato un 27enne marocchino, già noto alle forze dell'ordine, autore di un furto all'interno del centro commerciale "La Filanda". Lo straniero, qualche giorno fa, era riuscito a rubare un paio di scarpe in un negozio e, come se niente fosse, era tornato sul luogo del delitto. A tradirlo è stato lo stesso abbigliamento usato per il colpo precedente e, una commessa, lo ha riconosciuto dando l'allarme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno bloccato il nordafricano per perquisirlo. Il 27enne è stato trovato in possesso di uno zaino, schermato con della carta stagnola, all'interno del quale erano state occultate due paia di scarpe per un valore di 500 euro. Dal controllo delle telecamere a circuito chiuso è stato possivile addebitare allo straniero anche il precedente furto durante il quale, con un accendino, aveva rotto le placche antitaccheggio. Ammanettato e portato in caserma, nella gioranta di sabato è stato processato per direttissima e condannato a 3 mesi di carcere, con la sospensione della pena, e rimesso in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento