Il Ministero approva il deposito di gas al Porto: "I lavori partiranno in primavera"

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via libera definitivo al progetto, che prevede un investimento di 80 milioni di euro per realizzare un deposito dedicato allo stoccaggio di gnl

Il deposito di gas naturale liquido (gnl) al porto è sempre più reale: martedì mattina il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via libera definitivo al progetto, che prevede un investimento di 80 milioni di euro per realizzare un deposito dedicato allo stoccaggio di gnl con una capacità complessiva di 20mila metri quadrati (grazie a due serbatori da 10mila metri quadrati l’uno).

"I lavori per realizzare la struttura inizieranno già nella tarda primavera - spiegano Pir (Petrolifera italo-rumena) ed Edison, le due aziende che finanzieranno il progetto - e dovrebbero durare circa tre anni: il nuovo deposito sarà il primo in Italia a entrare in attività in vista della direttiva europea che, dal 2021, obbliga l’uso di carburanti a basso contenuto di zolfo. La procedura autorizzativa è stata molto rapida e ha richiesto un anno di passaggi amministrativi e tecnici che hanno interessato Comune di Ravenna, Autorità di Sistema Portuale dell’Adriatico centro settentrionale, Regione, organismi tecnici regionali, ministeri dell'Ambiente e dello Sviluppo Economico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo impianto richiederà l'inserimento di circa 30-40 occupati. Grande soddisfazione ha espresso il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Daniele Rossi: "Ravenna è il primo porto italiano con un deposito gnl grazie all’investimento di Pir ed Edison - scrive sul suo profilo Twitter - Oggi il via libera del Mise. Esempio di efficienza, dalle navi tutela dell’ambiente".  "Sono molto soddisfatto per il risultato ottenuto - commenta il dirigente del gruppo Pir Guido Ottolenghi - e della grande collaborazione con le istituzioni che ha portato all'esito positivo, concludendo un percorso all'insegna della trasparenza e dell'efficienza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento