rotate-mobile
Cronaca Faenza

Il negozio di pasta aperto da quasi un secolo ottiene il titolo di 'Bottega storica'

Il negozio ha ottenuto il titolo a esporre la targa distintiva di “Bottega Storica dell’Emilia-Romagna” attestante il valore e lo status di bene culturale dell’esercizio commerciale

Il negozio "Pasta&spesa" di Vanda Neri, in via Torricelli a Faenza, ha ottenuto il riconoscimento di “Bottega Storica” del Comune di Faenza ed è stata iscritta, con determina del 15 marzo, al numero 25 dell’Albo Comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune, con titolo a esporre la targa distintiva di “Bottega Storica dell’Emilia-Romagna” attestante il valore e lo status di bene culturale dell’esercizio commerciale. Nel pomeriggio di martedì il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi ha consegnato a Vanda la targa in ceramica che contraddistingue le Botteghe Storiche, alla presenza di Paolo Caroli e Francesco Carugati, rispettivamente Presidente e Direttore di Confcommercio Ascom Faenza, Associazione cui la Bottega appartiene sin dagli anni ottanta.

Fino alla fine degli anni '30 il locale era adibito ad officina di riparazione di carretti e calessi. Durante la ristrutturazione e adeguamento di legge del 1984, il muro di confine risultava non rettilineo e senza adeguate fondamenta, per cui fu necessario erigere un muro parallelo che portava lo spessore dello stesso a molto oltre un metro. La bottega, una testimonianza significativa della storia e delle tradizioni commerciali del Comune di Faenza, esiste fin dal 1936. Nel 1940 Erminia Galletti, allora titolare, trasferì l’attività nell’attuale sede di via Torricelli 13/A, acquistando i locali. Il 13 luglio del 1962 l’attività fu ceduta ad Anna Bassi che la gestì fino al 1984 per poi cederla a Valeria Faccani. All’inizio del 2001 l’attività fu rilevata dalla società “Gli ingordi Snc” che la gestì fino al 2004, anno in cui subentrò Vanda Neri con la propria società “Dal Bongustaio di Neri Vanda e C. Sas” poi trasformata nel 2016 nell’attuale ditta individuale.

L’alimentari propone un viaggio a ritroso tra piatti e pietanze della tradizione romagnola tra cui la pasta fresca di produzione artigianale (cappelletti, quadretti, tortelloni, passatelli, strozzapreti, pasta al forno, zuppa imperiale, gnocchi, sfoja lorda e tagliatelle), diverse preparazioni di gastronomia oltre a svariati dolci tipici romagnoli (zuppa inglese, migliaccio, tortelli con la saba, latte brulè, strudel, torta di marroni). In aggiunta alle proprie produzioni il negozio propone anche un banco di affettati, formaggi, salse, pane e un un assortimento di generi alimentari vari. Vanda, che vive a Faenza da oltre 30 anni, può essere definita una tipica azdora romagnala, pur essendo di origine friulane. Al suo fianco collabora e apprende l'arte della cucina e della tradizione romagnola Linda, la figlia minore.

foto 2(1)-7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il negozio di pasta aperto da quasi un secolo ottiene il titolo di 'Bottega storica'

RavennaToday è in caricamento