menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ravennate Nazzareno Carusi nominato direttore artistico ad interim dell'Orchestra Regionale Toscana

Figura di riconosciuto prestigio, Carusi accetta l'incarico temporaneo: "Mi metto subito al lavoro e abbraccio i colleghi musicisti. Non mancherà mai loro la mia più affettuosa vicinanza"

Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Orchestra Regionale Toscana riunito venerdì scorso ha preso le prime importanti decisioni che riguardano il suo futuro a seguito delle improvvise dimissioni del direttore artistico Giorgio Battistelli.
"Si è scelta intanto la strada del ragionamento e non dell’impulsività", si legge in una nota della Fondazione dopo che il CdA ha deciso all’unanimità la nomina del consigliere Nazzareno Carusi.

La decisione vuole assicurare immediatamente all’orchestra la continuità di un riferimento artistico autorevole, oggi più che mai urgente a fronteggiare il periodo di pandemia e avere così tutto il tempo necessario alla scelta del prossimo direttore. Il Maestro Carusi, che non ha partecipato alla riunione, ha accettato la delega con entusiasmo ponendo come unica condizione la sua gratuità.

Consigliere dell’Orchestra al primo mandato, abruzzese di nascita e ravennate di adozione, il cinquantunenne Carusi è una figura di riconosciuto prestigio e “musicista di altissimo valore”, come lo ha definito Riccardo Muti. Carusi, fra l'altro, è stato da poco nominato anche nel consiglio di amministrazione del Teatro alla Scala.

“Sono convinto – afferma Carusi - che il mio compito non sarà difficile, perché è proprio in momenti così eccezionali che istituzioni come l’Ort non solo non smettono di rivelare il meglio di sé, ma anzi lo accrescono. La ragion d’essere di un consigliere è il bene della sua istituzione ed è con questo spirito che accetto la delega e ringrazio della fiducia il Presidente e i colleghi del CdA. Sono convinto che il periodo di interim sarà il più breve possibile e che la Fondazione individuerà presto un nuovo direttore artistico nella pienezza del suo ruolo. Nel frattempo il programma di cui prenderci cura, già redatto nei mesi scorsi da Giorgio Battistelli, cui mi legano amicizia e stima profonde e di lunga data, ha bisogno solo di quell’accortezza che ne salvaguardi il più possibile la straordinaria qualità dalle difficoltà che l’emergenza sanitaria ci pone innanzi. E in questo mi saranno certamente preziosi gli spunti e le idee dell’orchestra e del Maestro Paolo Frassinelli, responsabile dei Servizi musicali. Mi metto dunque subito al lavoro - conclude Carusi - e abbraccio i colleghi musicisti. Non mancherà mai loro la mia più affettuosa vicinanza. Con gli stessi sentimenti saluto i dirigenti e i dipendenti della Fondazione, la città di Firenze e la Toscana, senza i quali la nostra musica non avrebbe la bellissima casa che ha”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento