menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imu, l'annuncio del sindaco: "Restituiremo parte di quella pagata per le case in comodato ai figli"

"Il Comune di Ravenna restituirà alle persone meno abbienti parte dell'Imu già pagata nel 2013 sulle case in comodato": è l'annuncio che dà il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci. Insomma, i soldi per questa partita sono spuntati in extremis

“Il Comune di Ravenna  restituirà  alle persone meno abbienti parte dell’Imu  già pagata nel 2013 sulle case in comodato”: è l’annuncio che dà il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci. Insomma, i soldi per questa partita sono spuntati in extremis. Continua il sindaco: “Ho fatto nuovamente il punto con l’Assessore al Bilancio Valentina Morigi, questa volta su un tema specifico di applicazione dell’Imu 2013 che mi sta molto a cuore: l’Imu pagata da chi ha dato la casa in comodato ai figli”.

“Nel 2012 il Governo Monti le equiparava alle seconde case. Nel  2013 il Governo Letta ha messo una toppa peggiore del buco: i Comuni le possono equiparare a prime case, ma siccome l’Imu prima casa  è abolita e il Governo ha assicurato la copertura finanziaria ai Comuni per i mancati introiti, se i Comuni decidono di non fare pagare l’ Imu  anche alle abitazioni in comodato il Governo non dà copertura, e sono cavoli dei Comuni. Cavoli amari per il Comune di Ravenna: parliamo di 5 milioni di euro di mancate entrate,  una cosa che,  ad esempio, avrebbe portato alla chiusura degli asili nido.  Ce ne sono tante di queste situazioni, a Ravenna,  soprattutto nel forese”.

“In questi giorni stiamo concertando con le organizzazioni sindacali quali criteri adottare per una parziale restituzione dell’Imu pagata nel 2013 anche sulle case date in comodato ai figli. La scarsità delle risorse e i principi di equità  ci suggeriscono di usare come principali criteri per questa restituzione, da un lato il reddito e dall’altro le rendite  catastali. Vogliamo fare uno sconto agli operai, ai braccianti, ai piccoli imprenditori, oggi per la maggior  parte pensionati, che, soprattutto nel forese, hanno realizzato questo sogno con i sacrifici di una vita”.

IL PD SOSTIENE IL SINDACO. «Il  Partito Democratico ha sollecitato in questi mesi il Sindaco e la Giunta Comunale a contenere il piu’   possibile la pressione fiscale sulle famiglie e le imprese. La scommessa è:ridurre le tasse, tagliare la spesa, salvaguardare il livello dei servizi. Sosteniamo la decisione di oggi di restituzione, nella misura possibile per gli equilibri del bilancio, della bolletta Imu 2013 per le case in comodato ai figli. Quella di oggi segue altre due decisioni del Comune molto positive e sollecitate dal Partito Democratico per il 2013: l’abbassamento dell'addizionale comunale sui capannoni artigianali e industriali, come chiesto dalla grande e bella manifestazione degli imprenditori del 18 aprile in piazza del Popolo; la decisione recentissima di evitare la stangata di Natale sui drifiuti, applicando la Tia e non la Tares,evitando cosi aumenti insopportabili che avrebbero raggiunto in alcuni casi il 50%. Infine è  molto importante, per il 2014, la desione della Giunta di abbassare l'addizionale comunale IRPEF, per attenuare la pressione fiscale su lavoratori e pensionati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento