menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In 20 anni 268 casi di tumore da amianto in provincia: nasce un'associazione

E’ nata nei giorni scorsi a Ravenna l’Associazione italiana Esposti sostanze cancerogene, con sede in via di Roma 102 presso la Confcommercio Imprese per l’Italia Ravenna

E’ nata nei giorni scorsi a Ravenna l’Associazione italiana Esposti sostanze cancerogene, con sede in via di Roma 102 presso la Confcommercio Imprese per l’Italia Ravenna. Senza scopo di lucro, con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale l'associazione si prefigge, fra l’altro, l’abolizione di agenti tossici, la messa al bando dell’amianto e a quelli legati e fumo e tabacchi con il sostegno a lavoratori e cittadini esposti ed ex esposti all’amianto, la messa in sicurezza e sostituzione delle tubature per l’acqua potabile in cemento amianto. A proposito di amianto il Servizio Sanitario Regionale ha recentemente pubblicato uno studio sul mesotelioma maligno (MM), un tumore che lascia poco scampo legato all’esposizione all’amianto, nel quale si rileva che nella nostra Regione sono stati contati negli ultimi venti anni ben 2.661 casi di MM (1.928 uomini e 733 donne), di cui complessivamente in provincia di Ravenna 268 casi. L’Associazione è presieduta da Ottavio Righini, con vicepresidente Marco Corallini e si avvarrà, per gli scopi sociali, di un Comitato Scientifico appositamente costituito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento