Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

In arrivo dalla Regione oltre 48mila euro per educare alla legalità

"Educare i giovani alla legalità e alla sicurezza della città è un il primo passo per costruire una società più giusta", evidenziano i consiglieri regionali ravennati del Pd

In provincia di Ravenna saranno realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione con 48.625 euro che hanno lo scopo di sensibilizzare i giovani alla cultura della legalità, per prevenire futuri fenomeni di criminalità o di infiltrazione mafiosa nel ravennate. "I progetti – sottolineano i consiglieri egionali del Pd Mario Mazzotti e Miro Fiammenghi - saranno in buona parte rivolti agli studenti delle scuole superiori e sono destinati a due tipi di interventi: a Ravenna e Cervia saranno finanziati progetti per la promozione della legalità, mentre all’Unione dei Comuni della Bassa Romagna il progetto finanziato è destinato alla sicurezza urbana, coinvolgendo il Comando di polizia municipale dell’Unione dei Comuni di Massa Lombarda, Lugo, Cotignola, S.Agata sul Santerno, Fusignano, Conselice, Bagnacavallo, Alfonsine e Bagnara di Romagna".

"Educare i giovani alla legalità e alla sicurezza della città è un il primo passo per costruire una società più giusta", concludono i consiglieri del Pd.

Ecco nel dettaglio i progetti finanziati: Interventi per la promozione della cultura della legalità e la prevenzione dell’infiltrazione mafiosa (l.r. 3/2011)

“Liberi dalle Mafie - 2013/2014: la cultura contro la mafia” - Comune di Ravenna

Il progetto mira a informare e sensibilizzare alcuni studenti delle scuole superiori sui temi della legalità, della giustizia e della democrazia, consolidando la rete avviata negli scorsi anni scolastici. Si prevede, in particolare, di coinvolgere il centro di formazione professionale “Angelo Pescarini” per ampliare le opportunità didattiche con percorsi di educazione alla legalità.

Oltre alla partecipazione degli studenti a incontri in aula dedicati alla legalità, al corretto uso delle nuove tecnologie e a un percorso formativo rivolto agli insegnanti, sarà organizzata la partecipazione dei ragazzi ai campi antimafia organizzati dall’Arci in collaborazione con l’associazione Libera e le cooperative del Consorzio libera terra assegnatarie di beni confiscati.

“Dare il proprio contributo al mantenimento della legalità per prevenire la criminalità” - Comune di Cervia

Il progetto mira a promuovere la cultura della legalità e prevenire l’infiltrazione mafiosa nelle attività economiche con una particolare attenzione alle attività commerciali. Saranno realizzati diversi interventi: la costruzione di un percorso di educazione alla legalità per le scuole superiori anche mediante l’utilizzo e la produzione di materiali audiovisivi; l’organizzazione di seminari e incontri pubblici rivolti a tutta la cittadinanza; un percorso formativo diretto a operatori di polizia e sociali.

Interventi per la sicurezza urbana e la Polizia locale (l.r. 24/2003)

“Sperimentare nuove pratiche per il miglioramento dell’efficacia del lavoro delle Polizie Locali” - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Il progetto prevede la sperimentazione di un percorso di riorganizzazione del Comando di polizia municipale dell’Unione Bassa Romagna e la costituzione del corpo intercomunale coincidente con l’ambito ottimale definito dalla Legge regionale 21/2012 e riguardante i Comuni di Massa Lombarda, Lugo, Cotignola, S.Agata sul Santerno, Fusignano, Conselice, Bagnacavallo, Alfonsine e Bagnara di Romagna.

L’obiettivo è quello di coinvolgere gli operatori non solo nella fase attuativa ma anche in quella di definizione delle attività, per impostare un servizio ancora più strutturato ed efficace nel dare risposte alla comunità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo dalla Regione oltre 48mila euro per educare alla legalità

RavennaToday è in caricamento