menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In arrivo la nuova ordinanza balneare: le regole per l'estate 2021

"Crediamo che come già anticipato dalla Regione vengano confermati in gran parte i protocolli adottati per la stagione balneare 2020, che si sono mostrati a nostro parere adeguati ed efficaci"

L’amministrazione comunale di Cervia ha partecipato al tavolo di confronto che si è tenuto con la Regione Emilia Romagna e gli altri Comuni della costa, al fine di condividere i contenuti delle prossime ordinanze balneari (regionale e comunale) che andranno a regolamentare le modalità di svolgimento delle varie attività durante la stagione balneare.

"A livello regionale ci aspettiamo che venga confermata la precedente impostazione, che prevede un'ordinanza tesa a disciplinare le fasce di balneazione, gli orari del servizio di salvataggio, le zone attrezzate per i cani, l’utilizzo delle bandiere di segnalazione ecc, e un’ordinanza straordinaria avente ad oggetto, invece, le misure specifiche per una riapertura in sicurezza - spiega il sindaco di Cervia Massimo Medri - A tal proposito, crediamo che come già anticipato dalla Regione vengano confermati in gran parte i protocolli adottati per la stagione balneare 2020, che si sono mostrati a nostro parere adeguati ed efficaci per garantire lo svolgimento delle varie attività in sicurezza, con la proposta di introdurre alcune modifiche quali, ad esempio, la possibilità di ridurre da 12 metri quadri a 10,50 la superficie minima prevista per ciascun paletto degli ombrelloni, nelle zone di arenile caratterizzate da importanti fenomeni di erosione. Inoltre, nell’ottica di una sempre maggiore tutela dell’ecosistema ambientale e con l’obiettivo di rendere “plastic free” tutte le spiagge della Riviera, a partire dal 15 luglio vi sarà il divieto di utilizzare plastica monouso. Il divieto è stato stabilito a partire da tale data per consentire agli operatori di smaltire le eventuali scorte di magazzino. La data in cui entrerà in vigore l’ordinanza regionale è prevista per il giorno 29 maggio: da quella data tutte le strutture dovranno garantire il servizio di soccorso e salvamento obbligatorio, fissato dal 29 maggio al 12 settembre".

"Sulla base degli incontri che si sono tenuti con la Regione e con le altre realtà comunali, abbiamo già avviato tavoli di confronto con tutte le parti interessate: Cooperativa Bagnini, sindacati e associazioni di categoria al fine di condividere con le stesse i contenuti delle ordinanze di prossima emanazione - commenta l'assessore Brunelli - Siamo assolutamente consapevoli che gli operatori del settore hanno necessità di programmare per tempo la stagione, sulla base di normative e regolamentazioni chiare. Hanno inoltre l’esigenza di pianificare tutte le attività propedeutiche all’apertura in sicurezza degli stabilimenti balenari, a partire dalla predisposizione dell’arenile e delle strutture, fino all’attivazione dei servizi e all’assunzione del personale. Pur sapendo che la stagione balneare e la normativa di riferimento saranno inevitabilmente condizionate dall’evolversi dell’emergenza pandemica, la speranza è quella che i prossimi mesi possano essere, comunque, caratterizzati da una ripresa economica e sociale forte e che tutte le attività possano svolgersi in maniera regolare e nel rispetto delle massime condizioni di sicurezza. Chiediamo inoltre alla Regione di posticipare, se sarà possibile, la data di termine del salvataggio, così da dare un servizio maggiore ai turisti e cercare di allungare la stagione balneare nei mesi in cui, speriamo, saremo tutti vaccinati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento