menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'In Bassa Romagna vivi l’Europa': in arrivo fondi per il progetto dell’Unione

Il progetto prevede azioni di scambio e visite culturali che vedono i giovani della Bassa Romagna e i coetanei europei protagonisti di attività educative e culturali e iniziative nello sport e nella musica

Il Progetto “In Bassa Romagna vivi l’Europa!” dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna è risultato il primo nella graduatoria regionale dei progetti a valenza internazionale e riceverà un contributo regionale di circa 12mila euro, pari a circa il 70% dei costi totali di progetto. Il progetto è stato presentato in partnership i comitati o associazioni di gemellaggio presenti nei Comuni dell’Unione, o con gli stessi Comuni laddove un comitato non è formalmente costituito, e molte delle città gemelle in Europa con l’obiettivo di sviluppare una piattaforma di rete dei Comuni dell’Unione e dei comuni europei gemellati, in favore delle giovani generazioni.

Il progetto prevede una serie di azioni di scambio e visite culturali che vedono i giovani dai 12 ai 20 anni della Bassa Romagna e i coetanei europei insieme protagonisti di attività educative e culturali e iniziative nello sport e nella musica. È stata avviata lo scorso 30 marzo la prima delle attività di scambio prevista nel progetto con l’esibizione della piccola orchestra “Giuseppe e Luigi Malerbi” nella cattedrale della città tedesca di Kulmbach, gemellata con Lugo, in un concerto di musica barocca. Per l’occasione una trentina di studenti del Malerbi si sono recati a Kulmbach, dove hanno avuto modo di visitare la città e suonare insieme agli allievi della scuola di musica della cittadina tedesca.

Prendendo avvio dal patrimonio esistente di ricchi rapporti internazionali che tutti i Comuni dell’Unione hanno attivi in Europa grazie ai gemellaggi di città, il progetto si pone in continuità con altre azioni intraprese dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna per rafforzare le attività internazionali sul territorio. In particolare, è stato avviato un percorso per favorire la messa in rete e il coordinamento tra i vari comitati gemellaggio del territorio, con l’organizzazione di uno stand dedicato ai gemellaggi alla Fiera campionaria della Bassa Romagna dello scorso settembre. Il percorso è poi proseguito con la convocazione di un tavolo di coordinamento dei gemellaggi dell’Unione, che ha visto una buona partecipazione da parte di tutti gli attori interessati. Il progetto è anche la prima risposta, alle necessità espresse dal territorio in tema di progettazione europea, del nuovo Ufficio Europa dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, che trova collocazione all'interno del Servizio Promozione Territoriale, Governance, Comunicazione dell'Unione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento