menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In due mesi 20mila euro di multe ai camionisti grazie al 'police controller'

Tra le infrazioni più gravi sono emerse ben 13 violazioni per guida con mancato inserimento della carta tachigrafica del conducente commesse da 3 conducenti italiani

La Polizia locale di Ravenna, nel corso dei primi due mesi dell’anno, ha svolto 30 servizi di pattuglia che hanno interessato sia le maggiori strade extraurbane (SS16, SS67 e SS309) che le arterie urbane a maggior concentrazione di traffico pesante di collegamento con la zona industriale e il porto San Vitale, in particolare le vie Dismano, Trieste, Baiona, Canale Magni, Mattei, delle Industrie, ecc. Il servizio è stato espletato con l’ausilio di specifica attrezzatura informatica dotata del software "Police Controller", in grado di estrapolare dall'apparecchiatura cronotachigrafica istallata a bordo dei veicoli oggetto del controllo tutti i dati di percorrenza, consentendo quindi un esame approfondito delle eventuali infrazioni e di comportamenti irregolari.

Sono stati controllati complessivamente 120 veicoli, dei quali 35 condotti da autisti stranieri (UE ed extra UE) e 85 appartenenti ad aziende nazionali. Nel corso dei vari controlli sono state rilevate 45 infrazioni al Codice della strada per un totale di circa 20mila euro euro di sanzioni. Sono state, inoltre, ritirate 3 patenti di guida. Tra le infrazioni più gravi sono emerse ben 13 violazioni per guida con mancato inserimento della carta tachigrafica del conducente commesse da 3 conducenti italiani.

Si tratta della tipica infrazione commessa mediante comportamenti tendenti a falsare le registrazioni del dispositivo cronotachigrafico istallato sullo stesso veicolo, non inserendo la carta tachigrafica, con lo scopo principale di allungare illecitamente i tempi di guida e ridurre i prescritti tempi di riposo, senza possibilità, nell'immediato, di attribuire la responsabilità di quanto accertato ad uno specifico conducente. Tale comportamento risulta essere molto pericoloso in quanto aumenta considerevolmente il rischio di sinistri stradali e mette a rischio la sicurezza degli stessi autisti e degli altri utenti della strada. 

Solo a seguito di un'attenta analisi dei dati estrapolati e di una indagine amministrativa svolta dagli operatori in fase successiva si è giunti all'individuazione degli autori delle violazioni, per i quali è scattato il ritiro della patente di guida e la segnalazione per la successiva sospensione del documento fino a 3 mesi. Sono state accertate e verbalizzate, tra le altre, 16 violazioni per mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento