Incendi boschivi: scatta la fase di attenzione fino al 30 settembre

L’attivazione della fase di attenzione per gli incendi boschivi è stata disposta dal direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile

Si è tenuto nei giorni scorsi, nella sede di Ravenna del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile della Regione, un incontro operativo sull’organizzazione del Servizio Sorveglianza (anti incendi boschivi). All’incontro, coordinato dal responsabile Mauro Vannoni e da Marco Bacchini del Servizio Area Romagna, hanno partecipato il Comando provinciale dei Vigli del Fuoco, comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Comune di Ravenna, comune di Cervia, Unione della Romagna faentina, coordinamento provinciale delle associazioni di volontariato di protezione civile.

L’attivazione della fase di attenzione per gli incendi boschivi è stata disposta dal direttore dell’agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, Maurizio Mainetti, per il periodo che va dal 1 luglio al 30 settembre su tutto il territorio regionale, in base anche all’andamento delle condizioni meteo climatiche.

Servizio Area Romagna e incendi boschivi - In seguito alla legge regionale numero 13/2015 sul riordino istituzionale, la delibera di Giunta regionale numero 622/2016 ha istituito il Servizio Area Romagna (ex Servizio tecnico di bacino Romagna), incardinandolo presso l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, che fa capo all’Assessora a Difesa del suolo e della costa, protezione civile, politiche ambientali e della montagna della Regione Emilia-Romagna, Paola Gazzolo.

Nelle competenze della nuova struttura rientra anche la gestione degli incendi boschivi: monitoraggi, verifiche, funzioni operative di protezione civile, convenzioni. In particolare, il progetto per il servizio di sorveglianza contro gli incendi boschivi nella provincia di Ravenna prevede un'attività di vigilanza e avvistamento sia nell'area boscata collinare (postazioni fisse) sia nelle zone di pineta nei Comuni costieri (postazioni mobili). Il servizio viene svolto dai volontari del Coordinamento provinciale (che hanno seguito specifici corsi di formazione) durante i weekend del periodo della fase di attenzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento