Era praticamente in coma etilico: sbanda e abbatte un segnale stradale

I Carabinieri della Compagnia di Faenza hanno intensificato i servizi di controllo del territorio

Nel corso dell’ultimo fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Faenza hanno intensificato i servizi di controllo del territorio. A Riolo Terme, un 35enne del luogo alla guida di un fuoristrada sul quale viaggiava insieme ad un amico imolese di 27 anni, è stato fermato e perquisito dai carabinieri della locale stazione nei paraggi del cimitero. Il 27enne è stato trovato con due spinelli con una modica quantità di “marijuana”, venendo segnalato al Prefetto per “possesso di stupefacenti per uso personale”. Nemmeno il conducente l’ha passata liscia: infatti i militari dell’arma avevano ravvisato dei sintomi riconducibili agli effetti di droghe, ma lui si è rifiutato di sottoporsi alle analisi per verificare le sue condizioni alla guida. E' stato quindi denunciato.

COMA ETILICO - Un sudanese di 34 anni è stato denunciato per “guida in stato di ebbrezza” dopo che alla guida della propria autovettura peugeot “106”, sprovvista anche di copertura assicurativa, ha abbattuto un palo della segnaletica stradale lungo via Fornarina, in prossimità della rotonda fra via Boschi e via Romagnoli. Dalle analisi chieste dai militari dell’arma per accertare lo stato psico-fisico del conducente, è emerso un indice alcolemico impressionante, pari a 3,49 grammi per litro, quasi sette volte oltre il limite fissato in 0,50 grammi per litro: un tasso di alcolemia così alto costituisce il preambolo del coma etilico. Per sua fortuna, il conducente se l’è cavata ma naturalmente, oltre alla denuncia penale con ritiro della patente e sequestro del veicolo, dovrà rispondere anche di pesanti sanzioni, compreso il danneggiamento della segnaletica.

CONTROLLI NEI PARCHI - I carabinieri di Brisighella invece, impiegati per alcuni controlli antidroga nelle aree verdi di Faenza, hanno controllato nel parco “Mita” di via Filanda Vecchia un 18enne abitante a Reda in compagnia di un 17enne che risiede a russi, i quali a seguito di perquisizione sono stati trovati in possesso di due grammi di “hashish” e due “spinelli” preparati con la stessa sostanza. Sono stati entrambi segnalati amministrativamente al prefetto per “uso personale di droghe”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PERSONE SOSPETTE - I controlli rivolti alle persone sospette notate aggirarsi per il centro-città hanno portato all’identificazione di un 35enne marocchino, che aveva fissato la propria dimora a Castel Bolognese nonostante sprovvisto di permesso di soggiorno che gli era stato revocato nel 2014. E' stato quindi denunciato per “soggiorno illegale”. Un 60enne napoletano invece, noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti penali, è stato denunciato per aver violato il divieto di ritorno a Faenza: nel 2014 era stato allontanato dalla città con il foglio di via perché aveva commesso dei reati contro il patrimonio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento