rotate-mobile
Cronaca

Lotta alla violenza sulle donne: "Fondamentale l'educazione per un cambiamento culturale"

Bagnara ha ricordato come l'impegno dei centri antiviolenza come Linea Rosa e delle altre associazioni femminili presenti sul nostro territorio è sempre e comunque rivolto alla tutela della donna

Si è parlato di violenza sulle donne, con riferimento anche all'omicidio di Giulia Ballestri, in un incontro che si è svolto mercoledì mattina in Prefettura a Ravenna alla presenza delle autorità civili e militari. Oltre al Prefetto Francesco Russo, erano presenti il Questore Rosario Eugenio Russo, il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale (anche nella veste di presidente della Provincia), il sindaco di Russi Sergio Retini, il primo cittadino di Cervia Luca Coffari e la presidente dell'associazione Linea Rosa, Alessandra Bagnara. Il Prefetto ha ricordato come l'importanza dell'impegno dei centri antiviolenza come Linea Rosa e delle altre associazioni femminili presenti sul territorio, rivolto alla tutela della donna. "Uno sforzo maggiore negli ultimi anni viene svolto nell’impegno al contrasto della violenza di genere, per mantenere alta l’attenzione della società su questo grave fenomeno, investendo molte risorse in formazioni ad hoc, in particolare rivolte alle giovani generazioni, auspicando in un cambiamento culturale", ha evidenziato Bagnara. In circa 25 anni di attività Linea Rosa ha assistito 5.959 donne, mentre nelle case rifugio (dove "il periodo di permanenza è aumentato") sono state ospitate 217 donne e 195 bimbi.

Lotta alla violenza sulle donne, incontro in Prefettura (foto di Massimo Argnani)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla violenza sulle donne: "Fondamentale l'educazione per un cambiamento culturale"

RavennaToday è in caricamento