Svolta all'ingorgo tra la Ravegnana e Ponte Cella: come cambia la viabilità

Un problema molto sentito da residenti e automobilisti che chiedevano, oltre a eventuali modifiche alla circolazione stradale, che venisse ripristinata la presenza regolatrice della Polizia municipale

Qualche settimana fa alcuni cittadini, sostenuti da Lista per Ravenna, hanno sottoscritto una petizione per "Eliminare l'ingorgo tra la Ravegnana e Ponte Cella", primo firmatario Renato Trampetti, membro della commissione Urbanistica del Consiglio Territoriale di Ravenna Sud e residente a Madonna dell’Albero: un problema molto sentito da residenti e automobilisti, che firmando la petizione chiedevano, oltre a eventuali modifiche alla circolazione stradale atti a rimuoverne le condizioni di immobilità, che venisse ripristinata la presenza regolatrice della Polizia municipale.

Ora arriva la proposta - anzi, la sperimentazione - emersa lunedì sera durante la commissione ambiente e viabilità del consiglio territoriale di Ravenna sud, in cui i cittadini hanno incontrato i tecnici dell'ufficio strada. "In via sperimentale, a partire da giugno e teoricamente fino a fine anno verrà introdotto l'obbligo di svolta a destra per gli automobilisti che provengono da San Bartolo-Madonna dell'Albero, mentre chi proviene dalla Ravegnana e volesse svoltare su Ponte Cella dovrà arrivare fino alla rotonda sulla statale Adriatica e fare inversione - spiega il presidente del consiglio territoriale di Ravenna sud Antonio Mellini - Abbiamo sollevato questo problema, come comitato di cittadini di Madonna dell'Albero e Ponte Nuovo, già prima che partisse la petizione: abbiamo presentato la problematica verso la fine del 2017 all'ufficio strada del Comune, che ha svolto delle indagini sul traffico, poi ci siamo incontrati come comitato con i tecnici e l'assessore Roberto Fagnani per valutare la loro proposta e abbiamo riconosciuto che poteva essere una soluzione adatta, seppur sperimentale".

Qualcuno, però, ha sollevato anche la richiesta che venisse reintrodotta la pattuglia di Polizia come succedeva in passato soprattutto durante il periodo scolastico, per agevolare chi svoltava per inserirsi sulla statale Adriatica. "Il comandante della Municipale Andrea Giacomini, presente all'incontro, ha spiegato di aver fatto una valutazione e si è preso la responsabilità di non mandare la pattuglia, perchè qualsiasi forma di agevolazione dell'immissione in quel senso danneggerebbe il flusso di traffico della statale 16, che dal punto di vista 'gerarchico' ha la precedenza - prosegue Mellini - Ora vedremo i risultati di questa sperimentazione: per ora verranno installati degli elementi non invasivi, come i new jersey; se poi dovesse diventare definitiva si realizzeranno cose più stabili, come uno spartitraffico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altri, infine, hanno espresso il timore che qualche 'furbetto' che dovesse svoltare a destra dal Ponte Cella approfittasse della presenza della stazione di servizio poco distante per effettuare un'inversione: "La Polizia municipale ha assicurato che sarà presente per controllare che ciò non avvenga - conclude Mellini - Inoltre sul ponte Assi è previsto un intervento strutturale per verificare la tenuta del ponte a fine anno, per cui tra sei o sette mesi probabilmente il traffico sul ponte verrà chiuso: in tal caso sarà necessario rivedere tutto il piano, perchè il traffico diventerà sicuramente problematico. In quella fase, la sperimentazione potrebbe subire qualche variazione".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • Staff a contatto con un soggetto a rischio Coronavirus: il sushi chiude

  • Pulizie accurate e addio buffet: per hotel e camping "questo sarà un anno da dimenticare in fretta"

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento