rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Cotignola

Cotignola, dopo il furto vendono la merce sul web: individuati i vandali dell'ex cinema

Sono stati denunciati in stato di libertà 6 minorenni italiani del luogo, con età compresa fra i 13 e i 16 anni che successivamente all'episodio hanno messo in vendita su internet la merce rubata

Raffica di denunce in Bassa Romagna. Questo l'esito dei controlli svolti dai Carabinieri della Compagnia di Lugo, impegnati in servizi di pattugliamento in diverse arterie stradali. A conclusione di attività condotta dagli uomini dell'Arma di Cotignola in relazione al danneggiamento avvenuto nei primi giorni del mese di giugno nell’ex sala cinematografica, dove nella circostanza erano stati rubati alcuni mobili e materiale informatico, sono stati denunciati in stato di libertà 6 minorenni italiani del luogo, con età compresa fra i 13 e i 16 anni che successivamente all’episodio hanno messo in vendita su internet la merce rubata.

A San Lorenzo di Lugo è stata fermata un’autovettura con a bordo un 42enne italiano, all'interno della quale vi era una modesta quantità di stupefacente. Successivamente, da una perquisizione estesa nell’abitazione dell’indagato, sono stati rinvenuti quasi 9 grammi di marijuana, nonché un bilancino di precisione e tutto il materiale occorrente per il confezionamento delle dosi. L’uomo è stato deferito in stato di libertà per “detenzione e spaccio di stupefacenti”. Successivamente gli stessi militari hanno fermato un'altra auto con due persone, rinvenendo nelle pertinenze di un 27enne italiano, già noto alle forze dell'ordine, un macete con dimensioni di 21 centimetri, senza dare una plausibile giustificazione circa il possesso ed il trasporto. Il giovane è stato indagato per “porto abusivo di armi oggetti atti all’offesa”.

A  Lugo e Bagnacavallo i carabinieri del Nucleo Radiomobile e della stazione di Villanova di Bagnacavallo hanno denunciato in stato di libertà tre italiani, con età compresa fra i 24 e i 44 anni. trovati alla guida dei rispettivi automezzi con valori stimati tra 0,96 e 1,39 grammi per litro, accertati tramite apparecchiatura etilometrica.  Nel corso del servizio veniva controllato un 40enne italiano risultato positivo con valori pari a 0,73 grammi per litro che, per tale motivo, è stato segnalato alla Prefettura di Ravenna. Per tutti il ritiro della patente e la decurtazione dalla stessa di dieci punti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cotignola, dopo il furto vendono la merce sul web: individuati i vandali dell'ex cinema

RavennaToday è in caricamento