rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Infortunio al petrolchimico, Fiom: "Lavoratore stava facendo manutenzione in appalto Sia fatta chiarezza"

"Il settore delle manutenzioni nel comparto dell’energia vede purtroppo, nel territorio ravennate, una scarsa presenza delle rappresentanze sindacali" commenta Ivan Missiroli, segretario generale della Fiom Cgil Ravenna

La Fiom Cgil di Ravenna esprime la propria preoccupazione riguardo al grave incidente che lunedì ha coinvolto un lavoratore del settore metalmeccanico, impegnato in un intervento di manutenzione all’interno del petrolchimico di Ravenna. "La speranza è che il lavoratore possa riprendersi il prima possibile e che le indagini facciano al più presto chiarezza su quanto avvenuto -, afferma il sindacato - Di certo sappiamo che l’incidente ha riguardato un lavoratore manutentore che era presente nel petrolchimico in quanto dipendente di una ditta che sta svolgendo nel sito alcuni lavori in appalto".

"L’infortunio è avvenuto alla vigilia dello sciopero che si è svolto martedì - prosegue la Fiom Cgil di Ravenna - e ha coinvolto i manutentori metalmeccanici dell’energia. Tra le motivazioni della mobilitazione indetta da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, vi è anche il tema degli appalti al ribasso con evidenti tagli anche sulla sicurezza. Una delegazione della Fiom di Ravenna è stata presente martedì a Roma alla manifestazione che si è svolta in piazza Santi Apostoli".

"Il settore delle manutenzioni nel comparto dell’energia vede purtroppo, nel territorio ravennate, una scarsa presenza delle rappresentanze sindacali – commenta Ivan Missiroli, segretario generale della Fiom Cgil Ravenna -. Ci troviamo di fronte a un settore in cui si fa ampio ricorso ai lavori in appalto e subappalto. Registriamo inoltre una preoccupante diffusione del fenomeno del ‘globalismo’, sorta di lavoro grigio sempre più diffuso laddove non è presente il sindacato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortunio al petrolchimico, Fiom: "Lavoratore stava facendo manutenzione in appalto Sia fatta chiarezza"

RavennaToday è in caricamento