rotate-mobile
Cronaca

Ancora una tragedia sul lavoro in un porto italiano: nuovo sciopero a Ravenna

Dopo quello di Trieste, un altro infortunio mortale si è verificato a Civitavecchia: proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore di tutti i lavoratori portuali

Dopo l'infortunio mortale avvenuto giovedì a Trieste, un altro tragico incidente sul lavoro è avvenuto venerdì al porto di Civitavecchia dove è morto un operaio di 29 anni. Lo riporta RomaToday. "L’ennesima morte sul lavoro deve indurre tutti ad una riflessione concreta, a partire dal governo che deve imporsi un cambio di rotta sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro", dichiarano i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti che proclamano, in segno di lutto, lo sciopero nazionale di 24 ore di tutti i lavoratori dei porti per la giornata di sabato.

"Questa ennesima tragedia impone una profonda riflessione su specifiche iniziative da promuovere a livello nazionale affinchè la tutela della vita diventi la priorità da perseguire - affermano le sigle sindacali, precisando che - i lavoratori del porto di Ravenna sciopereranno per l’intera prestazione lavorativa di sabato 11 febbraio 2023. Alle 12 risuoneranno le sirene delle navi in porto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora una tragedia sul lavoro in un porto italiano: nuovo sciopero a Ravenna

RavennaToday è in caricamento