"Ingorgo" tra la Ravegnana e Ponte Cella: i cittadini firmano una petizione

E' stata avviata nei paesi che gravitano a ridosso della provinciale via Cella, in primis a Madonna dell’Albero, la sottoscrizione di una petizione sostenuta da Lista per Ravenna

Sostenuta da Lista per Ravenna, è stata avviata nei paesi che gravitano a ridosso della provinciale via Cella, in primis a Madonna dell’Albero, la sottoscrizione di una petizione per “Eliminare l’ingorgo tra la Ravegnana e Ponte Cella”. Primo firmatario è Renato Trampetti, membro della commissione Urbanistica del Consiglio Territoriale di Ravenna Sud, residente a Madonna dell’Albero, incaricato di organizzare la raccolta delle firme anche dislocandone i moduli nei siti commerciali o di pubblico interesse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’incrocio tra la Ravegnana e il Ponte Cella rappresenta un imbuto per i molti residenti di Madonna dell’Albero, San Bartolo, Carraie, Santo Stefano e di tutto il forese sud  che si recano a Ravenna per carenza di servizi sul posto e/o  per lavoro - si legge nella petizione - Non c’è alternativa all’auto privata, data la carenza dei mezzi pubblici e la perdurante assenza di una pista ciclabile tra Madonna dell’Albero e la città, richiesta da molti anni, che potrebbe proficuamente utilizzare l’argine sinistro del fiume Ronco sul tratto tra il Ponte Cella stesso e Ravenna. Fino a quando, dunque, l’ingorgo inestricabile di questo incrocio non troverà la necessaria soluzione definitiva e di tipo infrastrutturale, la sua cronicità giornaliera, soprattutto durante l’anno scolastico, probabilmente la sola di tali proporzioni in tutto il territorio comunale, rende indispensabile la presenza regolatrice della polizia municipale nei termini e nei modi di cui sopra. I sottoscritti esasperati cittadini, utenti del tratto di viabilità in questione, ne chiedono perciò il ripristino Non si esclude - sta al servizio Mobilità del Comune definire e disporre gli interventi di modifica della circolazione stradale atti a rimuoverne le condizioni di immobilità - che, ad esempio, per alleviare il disagio cronico sofferto da una moltitudine di cittadini del forese sud solo per andare in città o ritornare a casa, si possa introdurre, in alcune ore del giorno, il divieto di svolta a sinistra per i veicoli provenienti dal forese, onde snellire la direzione verso Ravenna, di gran lunga prevalente rispetto a quella contraria. Fermo però restando che il servizio della Polizia municipale sia ripristinato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

  • Donna "molesta" in un bar, ma quando la Polizia arriva lei è in balìa delle onde del mare: salvata

  • La Riviera ha tanta voglia di ripartire: si anticipa la riapertura degli stabilimenti balneari

  • Investito mentre va in bici insieme ad altri ciclisti: si alza l'elicottero dei soccorsi

Torna su
RavennaToday è in caricamento