rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

La dottoressa che offre la cena di Natale alle persone sole: "Quello che si dà, un domani lo si riceve"

"Mi piacerebbe accogliere nella mia casa persone anziane e sole. Con il Covid ho vissuto gli ultimi due anni chiusa in ospedale: la pandemia ci ha allontanati, ora è tempo di riavvicinarsi"

"Per la vigilia di Natale ospito una famiglia in difficoltà fino a 5 persone o single di ogni età". E' il post apparso domenica nel gruppo Facebook 'Sei di Ravenna se... 2.0' che nel giro di poche ore ha attirato centinaia di 'like' e decine di condivisioni. A lanciare la proposta solidale è Adriana Cau, 59enne medico all'ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna.

"Fino al 2019 ho trascorso il Natale in Sardegna, mia terra natale, insieme a mia mamma che ora non c'è più - racconta la donna - Nel 2020, il primo Natale senza mia madre, sono rimasta a casa da sola. Di tutte le mie "amiche" ravennati, nessuna ha pensato di invitarmi a passare il Natale con loro, o anche solo a passare per un brindisi, nulla... Noi sardi siamo un popolo molto aperto, disponibile e generoso, in Sardegna mai nessuno rimane solo il giorno di Natale, c'è sempre un vicino di casa che ti invita e le case si aprono anche agli sconosciuti, che vengono fatti sentire come se fossero di famiglia. C'è molta solidarietà, qui a Ravenna invece credo ce ne sia poca. Con questa iniziativa vorrei provare a smuovere un pochino i ravennati e le loro coscienze".

Adriana abita in centro a Ravenna, a due passi dalla Caritas: "Tutti i giorni vedo tante persone che vanno alla mensa della Caritas per mangiare - spiega - ma tanti spesso restano fuori. Mi piacerebbe accogliere nella mia casa persone anziane e sole. Con il Covid ho vissuto gli ultimi due anni chiusa in ospedale: la pandemia ci ha allontanati, ora è tempo di riavvicinarsi. Vorrei far capire a tutti che quello che si dà, un domani lo si riceve, e che non possiamo pretendere di avere servizi e aiuti quando noi stessi non diamo una mano alla collettività. Per questo vorrei fare questa cena solidale per la Vigilia di Natale e anche regalare ai miei ospiti un buono spesa ciascuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La dottoressa che offre la cena di Natale alle persone sole: "Quello che si dà, un domani lo si riceve"

RavennaToday è in caricamento