A dieci anni dalla scomparsa Ravenna intitolerà una via a Don Fuschini

Lo ha annunciato il sindaco Fabrizio Matteucci "per spegnere una polemica a mio giudizio totalmente infondata che viene alimentatata da anni".

Il sindaco Matteucci

A dieci anni di distanza l'amministrazione comunale di Ravenna intitolare una via a Don Fuschini, scomparso il 27 dicembre del 2006. Lo ha annunciato il sindaco Fabrizio Matteucci "per spegnere una polemica a mio giudizio totalmente infondata che viene alimentatata da anni". Precisa il primo cittadino: "La Legge prevede che devono trascorre 10 anni per l'intitolazione di una via o di una piazza ad una persona deceduta. Nel corso dei miei due mandati mi sono attenuto a questa regola e ho fatto solamente un'eccezione: l'intitolazione del parco antistante la Basilica di Sant'Apollinare in Classe a Sua Santità Papa Giovanni Paolo II. Non ho fatto altre eccezioni".

Matteucci riferisce di aver "applicato la norma dei 10 anni prevista dalla Legge in modo totalmente imparziale, erga omnes, salvo appunto l'eccezione del Santo Padre Karol Wojtyla". Ricorda il sindaco: "Il prossimo 27 dicembre saranno trascorsi i 10 anni dalla scomparsa di Don Fuschini e dunque, come è stata sempre mia intenzione e come ho ripetuto più volte in questi anni , avvìo le procedure operative per intitolare a Don Fuschini il tratto di via Stradone che arriva e prosegue dopo la Chiesa Porto Fuori. È una scelta simile a quella che feci nel 2008,quando decisi di intitolare un tratto di via Nino Bixio a Don Giovanni Lolli, fondatore di Santa Teresa, mettendo fine così, con una scelta che mise tutti d'accordo, ad una polemica che c'era anche in quel caso e che proseguiva dai primi anni '90".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questa decisione che riguarda l'intitolazione a Don Fuschini del tratto finale di via Stradone a Porto Fuori avrà valore operativo dal 26 dicembre - prosegue -.  In questi anni comunque il Comune di Ravenna ha contribuito a tenere viva la memoria di Don Fuschini: anche per questo trovo le polemiche, a cui per anni non ho mai replicato, totalmente infondate. Il 29 marzo 2008, due anni dopo la sua morte, abbiamo collocato una targa in ricordo ricordo di Don Fuschini all'asilo nido “Il Canguro” di Porto Fuori, durante una cerimonia cui partecipò insieme a me l'Arcivescovo di Ravenna : fu una scelta simile a quella che abbiamo compiuto per altre personalità ravennati, dedicando loro spazi e luoghi che non fossero vie o piazze per la cui intitolazione la Legge prevede il trascorrere di 10 anni dalla scomparsa. Ultimo esempio di una scelta simile è di sabato sorso e riguarda Sergio Guerra". "Il Comune di Ravenna ha anche patrocinato la pubblicazione della sesta edizione, la prima uscita postuma, de “L'ultimo anarchico”, l'opera più conosciuta del parroco-scrittore, edita dal Girasole, con una post - fazione scritta da me e dal Sindaco di Argenta", ricorda ancora il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento