rotate-mobile
Cronaca

'It-Alert', al via il test del sistema di allarme pubblico: un sms in contemporanea a tutti i cellulari

Lo scopo finale è quello di consentire, nei casi di gravi emergenze e catastrofi imminenti o in corso, di informare tempestivamente e contemporaneamente il maggior numero di persone potenzialmente coinvolte

Il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha comunicato l’avvio della sperimentazione del sistema It-alert, sistema nazionale di allarme pubblico, in tutte le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, mediante effettuazione di test. Il 10 luglio alle ore 12:00 sarà la volta dell’ Emilia Romagna: tutti i cellulari accesi sul territorio regionale nel giorno e nell’orario indicato riceveranno un sms di test. Lo scopo finale è quello di consentire, nei casi di gravi emergenze e catastrofi imminenti o in corso, di informare tempestivamente e contemporaneamente il maggior numero di persone potenzialmente coinvolte.

It-alert è in fase di sperimentazione da diversi mesi. È stata realizzata l’infrastruttura che consente la connessione tra le CBE (cell broadcast entity), ridondata su due nodi, e i CBC (cell broadcast centre) degli operatori di telefonia. Questo ha permesso inizialmente l’esecuzione di alcuni test che hanno riguardato l’implementazione tecnologica, l’invio e la ricezione dei messaggi in vari formati, l’analisi dei primi feedback, come avvenuto durante le esercitazioni di protezione civile “Vulcano 2022” e “Sisma dello Stretto 2022”. Un grande sforzo è sul fronte della sicurezza dei sistemi e dei processi che saranno ulteriormente controllati e verificati nei prossimi test.

A seguito e in parallelo rispetto all’attività che ha consentito di definire l’infrastruttura tecnologica, dal 2022 è iniziata l’attività di sperimentazione che ha coinvolto anche la popolazione. Il sistema It-alert è stato testato per la prima volta in un contesto operativo nel corso dell’Esercitazione "Vulcano 2022" che si è svolta sull’isola di Vulcano dal 7 al 9 aprile 2022. Durante l’esercitazione sono stati inviati ai dispositivi presenti sull’isola due messaggi: il primo con informazioni sull’evento eruttivo imminente simulato e sulle norme di comportamento da seguire (raggiungere le aree di emergenza previste dal piano di protezione civile); un secondo che avvisava i cittadini della fine delle attività esercitative.

Dal 4 al 6 novembre 2022, invece, in Calabria e Sicilia, si è svolta l’esercitazione nazionale di protezione civile “Sisma dello Stretto 2022”. In questo contesto è stato sperimentato il sistema di allarme pubblico IT-alert per il rischio maremoto, testato per la prima volta su una platea di oltre 500.000 persone che al momento della simulazione del sisma si trovavano nei 22 comuni costieri coinvolti nell’esercitazione per la quale era stato simulato un terremoto di magnitudo 6.0 con epicentro in provincia di Reggio Calabria in grado di generare un maremoto che avrebbe potuto colpire alcuni comuni costieri del reggino e del messinese.

Durante le attività esercitative, questo sito – attraverso il quale sono state raccolte le risposte a un questionario informativo, è stato raggiunto da oltre 4 milioni e mezzo di utenti, per lo più attraverso l’uso di dispositivi mobili. Tra le altre cose, il 96% dei 20 mila utenti che hanno compilato il questionario ha dichiarato di aver ricevuto correttamente il messaggio It-alert. Da giugno 2023, organizzati in raccordo tra Dipartimento della Protezione Civile, Regioni coinvolte, Commissione protezione civile della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, ANCI, vengono svolti i primi test regionali di invio del messaggio (il 10 luglio, appunto, in Emilia-Romagna). Entro la fine del 2023 verranno effettuati i test nelle altre Regioni e nelle Province Autonome di Bolzano e Trento. L’obiettivo del test è quello di far conoscere It-alert come nuovo sistema di allarme pubblico che, in caso di gravi emergenze e catastrofi imminenti, potrebbe raggiungere i territori interessati. In questa fase non si entra nel dettaglio dei rischi e dei comportamenti da tenere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'It-Alert', al via il test del sistema di allarme pubblico: un sms in contemporanea a tutti i cellulari

RavennaToday è in caricamento