rotate-mobile
Cronaca

80mila persone a Marina di Ravenna per il Jova Beach Party: area divisa in settori e parcheggi per le auto

Gli organizzatori hanno assicurato che si stanno definendo gli ultimi aspetti del Piano di sicurezza, che terrà conto di quanto emerso in sede di Comitato, sia sulla suddivisione dell’area in settori che sulle vie di fuga

Inizia già a muoversi al macchina organizzativa per il gigantesco concerto di Jovanotti. Si è svolta giovedì mattina in Prefettura una nuova riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Ravenna Castrese De Rosa, alla presenza dei vertici territoriali delle Forze di Polizia, dei Comandanti della Capitaneria di Porto, dei Vigili del Fuoco e del Roan della Guardia di Finanza, del Vice Presidente della Provincia Gianni Grandu, dell’Assessore Costantini del Comune di Ravenna, della Polizia Locale e Provinciale. Videocollegati gli organizzatori con i quali, in via preliminare, sono stati esaminati i profili connessi alla safety e alla security della manifestazione Jova Beach Party 2022 del cantante Jovanotti, in programma nei giorni 8 e 9 luglio prossimi sulla spiaggia di Marina di Ravenna, per la quale si prevede un afflusso di circa 80.000 appassionati nella due giorni romagnola, in un’area di 30.000 metri quadrati.

Gli organizzatori hanno assicurato che si stanno definendo gli ultimi aspetti del Piano di sicurezza, che terrà conto di quanto emerso in sede di Comitato, sia sulla suddivisione dell’area in settori che sulle vie di fuga, specie in occasione del deflusso del pubblico, mantenendo assidui contatti con tutti i soggetti istituzionali competenti. Al riguardo, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ha dato notizia degli esiti di un incontro che si è tenuto nei giorni scorsi con il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, nel corso del quale sono stati condivisi alcune soluzioni da adottare per tutte le 11 località che verranno interessate dal tour canoro nella prossima estate. Le misure principali raccomandate sono state, per l’appunto, la suddivisione in settori dell’area interessata, al fine di agevolare i controlli e prevenire eventuali criticità, sia di security che di safety, e la creazione di una zona esterna per indirizzare il deflusso in modo corretto e scorrevole.

Tutti i presenti, compresi gli organizzatori, hanno concordato con le indicazioni fornite, assicurando che la versione definitiva del Piano di sicurezza verrà resa nota a breve, per poi essere ulteriormente esaminata in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Il Questore Stellino ha confermato di avere già iniziato i lavori dei Tavoli tecnici per l’esame dettagliato dei profili connessi principalmente alla sicurezza pubblica e alla viabilità nell’area interessata dall’evento, per l’ultimo aspetto insieme al Comune di Ravenna, i cui rappresentanti hanno previsto due vie di afflusso e di esodo, una riservata alle auto, per la quale sono stati individuati i parcheggi, e l’altra per chi raggiungerà la zona a piedi. Ulteriori aspetti, quale quello sanitario e quello della sicurezza a mare, saranno definiti dopo la consegna del Piano da parte degli organizzatori.

“E’ un evento – ha dichiarato il Prefetto Castrese De Rosa – che mobiliterà tanti appassionati, per questo ci stiamo muovendo con anticipo per pianificare tutti gli aspetti organizzativi, senza trascurare nulla. Vogliamo che si torni a divertirsi, ma in tutta tranquillità dopo due anni di enormi sacrifici specie per i nostri giovani”.

PHOTO-2022-04-21-10-54-30-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

80mila persone a Marina di Ravenna per il Jova Beach Party: area divisa in settori e parcheggi per le auto

RavennaToday è in caricamento