menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Kalt - cultura in circolazione': un questionario sul modello di cultura per il futuro

I risultati del sondaggio saranno raccolti in un Kaltzine, un foglio rivista che oltre a comporre le risposte rilancerà la riflessione, che sarà sviluppata in una serie di incontri nei prossimi mesi

Sono oltre 60 le riposte pervenute al questionario online realizzato per raccogliere opinioni e suggerimenti all’interno del percorso partecipativo “Kalt, cultura in circol-azione”. Di queste, il 70% provengono da persone che vivono e lavorano fuori città, a dimostrazione dell’interesse suscitato dalla riflessione in corso a Cervia. E’ possibile rispondere al questionario fino al 1 luglio 2020. E’ pubblicato nella sezione dedicata al progetto Kalt nel sito del Comune www.comunecervia.it o reperibile al link https://tinyurl.com/ybex4yr7.

“Questo sondaggio – si legge nella presentazione - rappresenta uno degli strumenti Kalt per la promozione del confronto collettivo: partendo da questo insolito presente, possiamo immaginare insieme la cultura che verrà? Per ogni domanda c'è spazio per risposte aperte: una sola parola, una breve frase oppure un pensiero articolato”. I risultati del sondaggio saranno raccolti in un Kaltzine, un foglio rivista che oltre a comporre le risposte rilancerà la riflessione, che sarà sviluppata in una serie di incontri nei prossimi mesi.

Il progetto partecipativo “Kalt-Cultura in circol-azione” è scaturito dall’incontro “Dialoghi culturali”, organizzato dall’Assessorato alla Cultura lo scorso ottobre e al quale hanno partecipato le imprese e le associazioni che fanno cultura a Cervia. Il progetto si propone di coinvolgere la comunità per progettare e sviluppare modalità e strumenti partecipativi adatti a promuovere un confronto plurale, riflessivo, generativo sulle pratiche culturali, partendo dall’idea-principio che una cultura dinamica, stimolante e diffusa sia fondamentale per il benessere collettivo, la rigenerazione di spazi e servizi pubblici, la valorizzazione di beni comuni materiali, immateriali e digitali. Tra gli obiettivi di Kalt ci sono lo sviluppo di una strategia culturale di ampio respiro che ricomponga, orienti e innovi sia attraverso la conoscenza delle multiformi doti culturali della comunità sia attraverso la valorizzazione di relazioni culturali autentiche, quotidiane e prossime sul territorio, affinché si possa raggiungere una prospettiva circolare per un’economia culturale che sa rigenerarsi.

L’assessore alla cultura Michele Fiumi: “Dopo la battuta d’arresto imposta dall’emergenza covid, abbiamo riattivato il progetto Kalt, che intendiamo sviluppare anche attraverso metodologie nuove e innovative, frutto proprio dell’esperienza dei mesi di lockdown. Il progetto si inserisce nel percorso che abbiamo intrapreso con tutte le realtà locali lo scorso autunno, in occasione dell’incontro Dialoghi culturali, e che abbiamo ripreso al Tavolo con le imprese economiche che fanno cultura. Nelle prossime settimane intendiamo incontrare le associazioni culturali per stimolare anche da parte loro idee e suggerimenti sull’idea di cultura che a Cervia vogliamo realizzare nel futuro, anche alla luce del particolare momento che stiamo vivendo. Nel frattempo invitiamo tutte le realtà locali a partecipare al sondaggio on line, che ci permette di fotografare la situazione attuale e di anticipare un nuovo possibile agire culturale”.

Si ricorda che il progetto “Kalt, cultura in circol-azione” ha ottenuto un contributo dalla Regione Emilia Romagna, in base al bando 2019 per la Concessione dei contributi a sostegno dei Processi di partecipazione (Legge regionale 15/2018).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento