menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'assessore Donini in visita al Pala de Andrè: "A giugno vaccini in azienda. Nessun caso di variante indiana in regione"

"Questo è uno degli hub più attrezzati della Regione - ha commentato Donini - In regione stiamo per raggiungere le 42mila dosi al giorno, che sarebbe l'obiettivo dell'Emilia Romagna"

E' iniziata al Pala de Andrè di Ravenna la 'maratona' dell'assessore regionale alle politiche per la salute Raffaele Donini, che giovedì mattina ha fatto visita all'hub vaccinale ravennate. Un'occasione per ringraziare i vertici delle Aziende sanitarie e ospedaliere, tutto il personale e i volontari impegnati nella campagna vaccinale. Insieme a lui, tra gli altri, il sindaco Michele de Pascale, il direttore generale Ausl Romagna Tiziano Carradori e i consiglieri Manuela Rontini e Gianni Bessi.

180740828_1083481352145634_1721276935395163771_n-2

"Questo è uno degli hub più attrezzati della Regione - ha commentato Donini - In regione stiamo per raggiungere le 42mila dosi al giorno, che sarebbe l'obiettivo dell'Emilia Romagna per sostenere il piano del generale Figliuolo per fare 500mila vaccini al giorno. Siamo tra le regioni che stanno vaccinando di più e siamo tra quelle che, grazie a un lavoro molto attento, stanno vaccinando le categorie più appropriate. Speriamo di poter avere i vaccini, perchè l'Emilia Romagna ha una potenzialità enorme, non solo per i nostri hub che stanno funzionando molto bene, ma anche da parte dei medici di medicina generale che sono pronti a estendere ulteriormente la collaborazione per la vaccinazione sul territorio, così come le farmacie che hanno dato la loro disponibilità e le aziende. Chiediamo una fornitura più consistente e costante di vaccini, che possa consentirci di svolgere una programmazione. Il mese di giugno potrebbe essere il mese in cui iniziare a far erogare i vaccini direttamente alle imprese, ma non prima di aver finito di vaccinare gli ultra60enni".

L'assessore è intervenuto anche sul tema della variante indiana, spiegando che in regione "non mi risulta che sia stata isolata. Attualmente ci stiamo attrezzando a livello regionale con le autorità sanitarie nazionali per organizzare siti idonei alla quarantena di persone che provengono dall'India. Abbiamo il 93% di predominanza della variante inglese e il 7% è brasiliana, e già ci basta, visto che è ultra diffusiva rispetto al ceppo originario che è scomparso. Quindi è ancora più importante proseguire con le vaccinazioni".

179984781_1083481402145629_1636269413250159471_n-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento