menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"L'importanza dell'istruzione senza censure": presidio di solidarietà alla prof sospesa a Palermo

I sindacati hanno manifestato "a tutela del nostro diritto-dovere costituzionale di educare alla cittadinanza attiva e al confronto nel rispetto delle opinioni di tutti, perchè la scuola è politica e specchio della polis".

Docenti e personale del Liceo Torricelli-Ballardini di Faenza eprimono il loro "sconcerto per la sanzione inflitta alla prof.ssa palermitana Rosa Maria dell’Aria". Venerdì dalle 15,30 alle 18,30, i sindacati di categoria hanno protestato pacificamente contro quanto accaduto a Palermo, contro le modalità del provvedimento al Rosa Maria Dell'Aria, la professoressa sospesa a Palermo per un lavoro degli alunni in cui si paragonavano le leggi razziali al decreto sicurezza del ministro dell'Interno, Matteo Salvini. I sindacati hanno manifestato "a tutela del nostro diritto-dovere costituzionale di educare alla cittadinanza attiva e al confronto nel rispetto delle opinioni di tutti, perchè la scuola è politica e specchio della polis".

Affermano i docenti in una nota: "La collega ha esercitato la propria funzione di docente sollecitando il confronto, il dialogo e dunque lo sviluppo di un pensiero autonomo e critico, che è obiettivo principale del nostro lavoro, in piena conformità coi principi della Costituzione e in particolare con gli articoli 21 e 33 che tutelano la libertà di espressione e di insegnamento, recepiti anche nella Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea".

"Le modalità della eventuale sospensione del provvedimento ci preoccupano ulteriormente, perché denotano un’ingerenza mediatica del Ministro dell’Interno in questioni che esulano dalla sua competenza, mentre si dovrebbe chiedere conto al responsabile del provvedimento - aggiungono -. Noi condanniamo quanto accaduto: crediamo che la scuola non debba essere ideologica o partitica, ma intrinsecamente politica, perché politico è l’essere umano che ha bisogno di relazionarsi con gli altri per costruire uno spazio civile di convivenza, di cui la scuola è parte attiva".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento