Cronaca Lugo

L'Unione dei comuni modifica il regolamento della Tari, imprese soddisfatte

Il tavolo dell’Imprenditoria della bassa Romagna ha espresso il proprio consenso alla decisione dei nove comuni dell’Unione di apportare alcune modifiche al regolamento di applicazione della Tari

Il tavolo dell’Imprenditoria della bassa Romagna ha espresso il proprio consenso alla decisione dei nove comuni dell’Unione, in occasione della approvazione dei loro bilanci di previsione, di apportare alcune modifiche al regolamento di applicazione della Tari: è stata recepita infatti la richiesta, tante volte avanzata dalle associazioni imprenditoriali, di ampliare l’elenco delle attività economiche che possono ottenere, a valere già per l’anno 2017, una riduzione della tassa in quanto produttrici anche di rifiuti speciali, non conferibili al servizio pubblico ma smaltiti a proprie spese. Inoltre l’Unione dei comuni lughese ha accettato di rivisitare, a partire dal 2018, la classificazione delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, istituendo una nuova categoria per tenere conto degli elementi di criticità emersi nel tempo.

Le associazioni imprenditoriali vogliono mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica anche sul tema della gestione dei rifiuti urbani, evidenziando come priorità di discussione il ritorno alla tariffa rifiuti con il superamento della Tari: "E' necessario ripristinare il metodo di confronto tra le diverse parti  in causa in essere fino al 2013 che aveva garantito, su tutto il territorio della provincia di Ravenna, tariffe e prestazioni uguali sia per i cittadini che per le imprese, con tariffe che se paragonate ai territori limitrofi erano inferiori di quasi il 20%". Le associazioni economiche appartenenti al tavolo dell’Unione basso Romagnola chiedono che "l’attenzione dimostrata in questa occasione nei confronti delle imprese diventi una costante anche sugli altri tavoli di discussione. Lo sviluppo e l’occupazione sono infatti strettamente legati alla competitività che le aziende riescono a porre in essere nei confronti dei loro concorrenti a livello nazionale e globale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Unione dei comuni modifica il regolamento della Tari, imprese soddisfatte

RavennaToday è in caricamento