menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La bottega di prodotti biologici che dà lavoro ai ragazzi disabili

Un negozio di prodotti biologici a chilometro zero che è anche e soprattutto un laboratorio di crescita e di sviluppo del proprio potenziale cognitivo, affettivo e relazionale

Sabato 15 dicembre al Museo internazionale delle ceramiche di Faenza il "Gruppo Disabilità Faenza" ha presentato le numerose iniziative e i due progetti della prima campagna unitaria di ricerca fondi per "La Bottega della Loggetta" e il servizio per ragazzi autistici "La Chiocciola". Lo ha fatto durante la nascita del Tavolo disabilità Faenza, che raggruppa diverse associazioni e realtà operanti sul territorio sul tema.

Madrina d’eccezione di questo momento sociale faentino è stata la cantante Ornella Vanoni. Assieme a lei circa un centinaio le persone disabili e i loro familiari che hanno condiviso il lavoro realizzato negli ultimi tre mesi dall’azienda di servizi alla persona della Romagna faentina, Anffas, Anmic, A Mani Libere, Autismo Faenza, Genitori Ragazzi Down. Tema condiviso e soprattutto sottolineato dalla stessa Vanoni è stato quello della necessità di unire le forze con l’obiettivo comune di coinvolgere la cittadinanza nel sostegno ad azioni di inclusione sociale di persone con disabilità.

Durante l’evento si sono quindi illustrati nel concreto i progetti oggetto della campagna di ricerca fondi, e che attualmente sono quasi completamente finanziati dalle famiglie con risorse proprie. Ecco che i giovani con disabilità intellettiva della "Grd" hanno illustrato nel dettaglio le caratteristiche che ha la loro Bottega della Loggetta, un negozio di prodotti biologici a chilometro zero che è anche e soprattutto un laboratorio di crescita e di sviluppo del proprio potenziale cognitivo, affettivo e relazionale. Il tutto con l’obiettivo di arrivare a poter potenziare l’autonomia e indipendenza individuale. Poi c’è stato Enrico, un ragazzo con sindrome di Asperger, che ha presentato il progetto La Chiocciola, un centro educativo pomeridiano per bambini e ragazzi di età compresa fra 0 e 35 anni di età, affetti da disturbi dello spettro autistico. Un centro che rappresenta un’occasione di sollievo quotidiano per le famiglie, fornendo contesti felici e appropriati per la relazionalità e operatori formati con metodologie specifiche per l’autismo. Dopo questo primo momento di lancio e incontro con le persone direttamente collegate al progetto, il Gruppo disabilità Faenza prevede altre iniziative, questa volta mirate alla raccolta fondi per lo sviluppo dei due progetti.

Screenshot_2018-12-18 Fwd Ornella Vanoni madrina d?eccezione delle iniziative del «Gruppo Disabilità Faenza» - chiara tadin[...]-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento