La ciclista che tenta il record mondiale e corre per aiutare i 'bambini farfalla'

La ciclista, che vanta una lunga attività agonistica e un medagliere di tutto rispetto, corre non solo per passione, ma anche per scopi benefici

L’assessore allo sport Roberto Fagnani martedì ha consegnato ad Anna Mei, ciclista e mountan biker, la medaglia ricordo del Comune per i suoi meriti sportivi ma anche benefici. Anna Mei, milanese di nascita e ravennate di adozione, ha tentato il 9 e il 10 ottobre scorsi il record mondiale sui 1000 km outdoor nel velodromo Rino Mercadante di Bassano del Grappa, che ha dato vita all’evento 1000 km farfalla, riuscendo a conseguire ben cinque record mondiali.

La ciclista, che vanta una lunga attività agonistica e un medagliere di tutto rispetto, corre non solo per passione, ma anche per scopi benefici da quando ha conosciuto la fondazione Debra Sud Tirol, che si impegna su base volontaria a dare aiuto e sostegno ai malati di epidermolisi bollosa e ai loro familiari. L’epidermolisi bollosa è una rara malattia genetica che colpisce soprattutto i bambini, che vengono descritti come “bambini farfalla” a causa della fragilità della loro cute simile a quella delle ali di una farfalla.

All’incontro, che si è svolto all’aperto e nel rispetto delle misure anticovid, ha partecipato anche Mauro Bertolino, presidente della commissione sport nel consiglio territoriale del Centro urbano. L’ultima vittoria di Anna Mei è di quest’anno quando ha vinto il campionato europeo 24 h a Montello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento