menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La cultura che verrà": quasi 200 persone rispondono al questionario online

Sono 189 le persone che hanno risposto al questionario on line “La cultura che verrà”, realizzato per raccogliere opinioni e suggerimenti all’interno del percorso partecipativo “Kalt, cultura in circol-azione”

Sono 189 le persone che hanno risposto al questionario on line “La cultura che verrà”, realizzato per raccogliere opinioni e suggerimenti all’interno del percorso partecipativo “Kalt, cultura in circol-azione”. Di queste, il 63 per cento sono persone residenti a Cervia, il 14,8 per cento in comuni della provincia di Ravenna, il 14,8 per cento in comuni della Regione Emilia-Romagna, il 7,4 per cento in comuni extra regione. Diversificati anche i dati per fasce di età: il 7,4 per cento di chi ha risposto ha tra i 18 e i 24 anni, il 22,2 per cento tra i 25 e i 39, il 55,6 per cento tra i 40 e i 59, il 14,8 per cento da 60 anni e oltre. Al momento è in corso l’elaborazione dei risultati, dai quali emergono importanti spunti di riflessione.

Nelle prossime settimane verrà prodotto un report sugli esiti del sondaggio, che sarà presentato al Tavolo di Negoziazione del progetto il prossimo 23 luglio e poi sarà divulgato alle realtà locali. Per favorire la partecipazione e il coinvolgimento dell’intera comunità, sono inoltre in fase di organizzazione una serie di interviste alle associazioni culturali del territorio che non hanno partecipato ai focus group del 15 maggio e del 25 giugno 2020. Il progetto, come noto, ha subito una battuta d’arresto a causa del lockdown ed è stato necessario procedere a una rimodulazione degli eventi in programma per rispettare le norme anticovid. Nei primi dieci giorni di settembre verranno organizzati due workshop e due corsi di formazione sui temi della cultura e sulla valutazione di impatto culturale. La conclusione di “Kalt, cultura in circolazione” è prevista per il 14 ottobre prossimo, con la seconda edizione di “Dialoghi culturali”, l’incontro organizzato dall’Assessorato alla Cultura dal quale, lo scorso anno, è nato il progetto.

Il progetto partecipativo, infatti, è scaturito dall’incontro “Dialoghi culturali” dello scorso ottobre, al quale hanno partecipato le imprese e le associazioni che fanno cultura a Cervia. Il progetto si propone di coinvolgere la comunità per progettare e sviluppare modalità e strumenti partecipativi adatti a promuovere un confronto plurale, riflessivo, generativo sulle pratiche culturali. Tra gli obiettivi di Kalt, lo sviluppo di una strategia culturale di ampio respiro che orienti e innovi sia attraverso la conoscenza delle multiformi doti culturali della comunità sia attraverso la valorizzazione di relazioni culturali autentiche, quotidiane e prossime sul territorio, affinché si possa raggiungere una prospettiva circolare per un’economia culturale che sa rigenerarsi.

L’assessore alla Cultura Michele Fiumi: “Siamo soddisfatti della partecipazione al questionario on line, modalità innovativa alla quale siamo stati costretti per evitare di organizzare incontri in presenza durante l’emergenza covid, ma che ci ha permesso sia di proseguire il lavoro sia di raggiungere un elevato numero di persone. Anche al di fuori del nostro Comune, grazie alla promozione fatta dalla Regione, che sostiene il progetto. Stiamo ora esaminando i risultati del questionario: sono emersi risultati interessanti e stimolanti, che a breve condivideremo con la nostra realtà e che ci permetteranno di proseguire il lavoro con grande soddisfazione”. Si ricorda che il progetto “Kalt, cultura in circol-azione” ha ottenuto un contributo dalla Regione Emilia Romagna, in base al bando 2019 per la Concessione dei contributi a sostegno dei Processi di partecipazione (Legge regionale 15/2018).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento