rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Castel Bolognese

La ferramenta del dopoguerra ottiene la targa di "Bottega storica"

La bottega ha sempre mantenuto anche gli arredi iniziali, in particolare il bancone di vendita e le scaffalature con cassetti del retro-banco in legno

Giovedì la Ferramenta 2001 di Mauro Baraccani di Castel Bolognese è stata iscritta al numero uno dell’Albo Comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune di Castel Bolognese, con titolo a esporre il relativo marchio distintivo di “Bottega Storica dell’Emilia-Romagna”.

La ferramenta diventa "Bottega storica"

Una storia lunga più di 50 anni

L’attività di ferramenta nacque nell’immediato dopoguerra, quando Giuseppe Tamburini rilevò la Bottega della madre di Sante “Tino” Biancini, che all’epoca vendeva generi di pasticceria e alimentari con il nome di “Olga ‘d Maì d’Uliva”. Tamburini trasformò la Bottega in negozio di ferramenta e mesticheria, al civico 66 di via Emilia Interna, e la gestì per una decina di anni per poi venderla il 1 ottobre 1962 a Carlo Soglia che la gestì insieme al fratello Francesco e alla moglie Ada Pagani. Nel 1973 il fratello Francesco, dopo aver vinto un concorso per un posto di lavoro alle Ferrovie dello Stato, uscì dall’azienda che rimase in gestione a Carlo e alla moglie. La coppia gestì l’attività fino al 31 dicembre 2000 e poi, raggiunti i 75 anni, decise di cederla all’attuale titolare Mauro Baraccani che, insieme alla moglie Cristina Giacomoni, la gestisce dal 2 gennaio 2001 all’insegna di Ferramenta 2001.

La bottega oggi

Nel corso dell’anno 2002 sono stati effettuati alcuni lavori di manutenzione al negozio, ma senza alterarne le caratteristiche originarie e la bottega ha sempre mantenuto anche gli arredi iniziali, in particolare il bancone di vendita e le scaffalature con cassetti del retro-banco in legno. La Bottega è sempre rimasta nel tempo un punto di riferimento per gli acquisti di tutti i castellani. All’interno del negozio, che ha un superficie di vendita di oltre 100 metri quadrati, si possono trovare migliaia di referenze di ferramenta e mesticheria ma anche articoli casalinghi, piccoli elettrodomestici, articoli per il fai da te e tanta oggettistica. L’attuale titolare è inoltre Presidente della Consulta del Comune di Castel Bolognese per Confcommercio Ascom Faenza, di cui la ferramenta è socia fin dalla nascita. La consegna della targa Bottega Storica è stata effettuata giovedì mattina dal Sindaco di Castel Bolognese Daniele Meluzzi, dal Direttore Confcommercio Ascom Faenza Francesco Carugati, alla presenza della moglie Cristina Giacomoni, dell’ex proprietario Carlo Soglia, del funzionario Confcommercio Gabriele Romanato e dell’ex Presidente della Confcommercio di Castel Bolognese Nicola Ferrucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ferramenta del dopoguerra ottiene la targa di "Bottega storica"

RavennaToday è in caricamento