menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Fiab loda Cervia per "la lungimiranza nella concezione del turismo e della mobilità sostenibile"

La Fiab Ravenna propone a Cervia di aderire al progetto Comuni Ciclabili: "E' importante proseguire su un percorso innovativo che si sta affermando in tutta Europa"

Nel mese di febbraio la Fiab Ravenna ha incontrato l’Assessore all'Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune di Cervia Enrico Mazzolani per proporre di far partecipare Cervia a "Comuni Ciclabili Fiab", l’iniziativa che permette di misurare e attestare il grado di ciclabilità delle città attraverso la valutazione di una serie di parametri e attribuisce un riconoscimento simboleggiato della bandiera che riporta un “punteggio” da 1 a 5 bike smile. Una valutazione che viene resa nota a livello nazionale attraverso i siti istituzionali della Federazione e attraverso il sito ufficiale di “Comuni Ciclabili” anche ai fini della promozione turistica. "In quella occasione - affermano da Fiab Ravenna - l’Assessore ci ha illustrato un programma straordinario, dimostrando che il Comune ha un’avanzata lungimiranza nella concezione del turismo e della mobilità sostenibile".

Secondo la Federazione Ambiente e Bicicletta di Ravenna, infatti, i nuovi percorsi ciclabili realizzati a Cervia "rendono questa città storica e turistica all’avanguardia nella concezione del turismo sostenibile. In particolare, Milano Marittima si è arricchita quest' anno di una bella pista ciclabile protetta lungo Corso Matteotti, unita all’importante istituzione della Zona 30, mentre la splendida ciclabile lungomare, subito dietro gli stabilimenti balneari, è oggi completa, dal Grattacielo a mare fino al porto canale fra Milano Marittima e Cervia, e sono programmati per il 2021 e 2022 altri stralci fino alle colonie che si trovano all’inizio della località turistica. Sappiamo che sono in corso di realizzazione o in programma altri interventi qualificati in tutto il Comune, a partire dal collegamento tra il Centro storico di Cervia e le Saline, e altri che interesseranno anche Pinarella e Tagliata".

"Naturalmente siamo consapevoli che questi cambiamenti comportano adattamenti rispetto a consolidate abitudini basate sulla centralità dell'automobile e per questo è giusto discutere con cittadini e operatori turistici per migliorare le soluzioni adottate, ma è importante proseguire su un percorso innovativo che si sta affermando in tutta Europa e che è tanto più' importante in una località come Cervia che ha scelto una identità peculiare basata sull'intreccio tra patrimonio storico, turismo e ambiente - conclude la Fiab ravennate -. Il nostro auspicio è che ovunque sul nostro territorio si attivino, dopo le necessarie discussioni, progetti che facciano apprezzare i vantaggi di queste scelte, come è già avvenuto in tante altre città turistiche, in primis la costiera ligure, e che rendano Cervia e l'intero territorio provinciale sempre più corrispondente alle esigenze turistiche del nostro tempo, un punto di forza della ciclovia nazionale Adriatica in fase avanzata di progettazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento