menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Germania ospite della sesta edizione di Argillà Italia

"La scelta del partner tedesco si inserisce anche nel dialogo con la Regione Emilia Romagna e la Destinazione turistica Romagna, che da anni lavorano con decisione per rafforzare la presenza di turisti tedeschi nei nostri territori"

La Germania è il paese ospite della prossima edizione di Argillà Italia, festival biennale della ceramica internazionale che per l'edizione 2018 è in programma dal 31 agosto al 2 settembre.  Ed oggi è arrivato anche il patrocinio della Ambasciata di Germania in Italia.

"Il conferimento del patrocinio della Ambasciata Tedesca è una buona notizia. – racconta Massimo Isola, Presidente del AiCC - Da qualche mese abbiamo avviato un confronto con l’Ambasciata e con la Camera di Commercio tedesca con sede in Italia per valorizzare appieno la scelta di avere come paese ospite della nostra Argillà proprio la Germania. Queste relazioni ci hanno permesso di rafforzare la partecipazione di artigiani tedeschi che animeranno numerosi, in uno spazio specifico, il nostro mercato. Questo patrocinio rafforza quindi il peso istituzionale di un evento dal forte respiro internazionale che parte dalla valorizzazione della ceramica artistica per divenire un luogo centrale nel sistema relazionale del mondo ceramico nelle sue diverse dimensioni. Nel programma di Argillà saranno diverse le attività che caratterizzano queste relazioni con la Germania, non solo limitate al mercato. Ci saranno infatti mostre, progetti specifici e incontri tematici. Alla manifestazione saranno presenti anche il presidente Michael Thiesen della Associazione tedesca Città della Ceramica e diversi amministratori e animatori culturali. La scelta del partner tedesco si inserisce anche nel dialogo con la Regione Emilia Romagna, assessorato al turismo, che cofinanzia il progetto, e la Destinazione turistica Romagna, che da anni lavorano con decisioni per rafforzare la presenza di turisti tedeschi nei nostri territori. Questa scelta faentina, resa ancora più forte da questo prestigioso riconoscimento, crediamo sia un utile strumento di collaborazione tra soggetti che lavorano in squadra”.

La Germania, scelta come Paese ospite di questa edizione, è presente con un ricco programma culturale. Tre le mostre dedicate: una al Mic di Faenza nella Project Room dal titolo "Omaggio all'Arte ceramica tedesca" che espone, dal 31 agosto al 9 settembre, una selezione di opere dalle collezioni del museo per raccontare la storia della ceramica tedesca dalla fine del XIV secolo al Novecento; l’altra al Foyer del Teatro Masini, in cui ogni ceramista tedesco partecipante alla mostra-mercato sarà rappresentato da un’opera. Infine, al Ridotto del Teatro Masini è presente un focus sul progetto "Gioielli Gemelli": una selezione dei gioielli in ceramica realizzati nel 2017 nel corso di una residenza a Schwäbisch Gmünd da quattro ceramiste faentine (Cristina D’Alberto, Elvira Keller, Andrea Kotliarsky, Fiorenza Pancino) insieme a altrettante orafe della città tedesca, gemellata con Faenza, famosa per la lavorazione dell’oro e dell’argento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento