rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

La grande macchina dell'accoglienza: oltre 260 persone per l'arrivo dei migranti a Porto Corsini

Venerdì mattina al Terminal Crociere di Porto Corsini è proseguito l'allestimento dei vari settori - sanitario, ristoro e vestiario, servizi sociali e adempimenti di polizia

Ultime ore per l'allestimento della tendostruttura al Terminal Crociere di Porto Corsini in attesa dell'arrivo della Ocean Viking, la nave della Ong Sos Mediterranee che sabato porterà a Ravenna 84 migranti salvati martedì scorso al largo della Libia. La nave venerdì mattina si trovava a 230 miglia nautiche da Ravenna. Venerdì mattina al Terminal Crociere di Porto Corsini è proseguito l'allestimento dei vari settori - sanitario, ristoro e vestiario, servizi sociali e adempimenti di polizia. Già organizzata la distribuzione dei migranti, sia degli adulti che dei minori non accompagnati.

Sopralluogo al Terminal Crociere per l'arrivo dei migranti (foto Massimo Argnani)

Alla grande "macchina dell'accoglienza" prenderanno parte almeno 268 persone: il Roan (Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza) con 10 militari e due vedette, 10 persone della Prefettura, 48 volontari di Protezione Civile e Croce Rossa Italiana, 10 volontari Caritas, 5 Vigili del fuoco con mezzi per soccorso tecnico e supporto logistico, 5 assistenti sociali e 15 mediatori del Comune, 16 militari e 3 motovedette della Capitaneria di Porto, 2 medici Usmaf (Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera), 10 sanitari del 118, 22 sanitari Ausl, 100 unità tra Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza, oltre a 20 dipendenti della Polizia locale, a tre persone del Terminal Crociere, una di Unhcr e una di Eua.

“Noi vogliamo confermarci terra aperta e solidale - afferma la vicepresidente della Regione con delega alla Protezione civile, Irene Priolo, che nel tardo pomeriggio di giovedì ha partecipato, insieme all’assessore Igor Taruffi, a una nuova riunione in Prefettura a Ravenna -, una terra che accoglie persone in fuga da guerre, persecuzioni, violenze e, come in questo caso, stremate da giorni di navigazione. Sabato ci sarà anche il presidente Stefano Bonaccini. Subito dopo essere stati informati di questo nuovo arrivo, la nostra rete organizzativa si è riattivata, grazie anche al lavoro di squadra delle istituzioni e dell’intero sistema regionale. Voglio pertanto ringraziare quanti stanno lavorando in queste ore per accogliere al meglio le persone che sbarcheranno domani, a partire dal prefetto Castrese De Rosa, che sta coordinando le operazioni, e il sindaco Michele De Pascale. L’Emilia-Romagna anche questa volta non si risparmierà mettendo a disposizione le migliori energie. Restano tuttavia le perplessità di una scelta che impone, come ha sottolineato anche il sindaco De Pascale, a persone già stremate, e che in tanti casi hanno subìto traumi fisici e psicologici, di compiere un ulteriore, lunghissimo e inutile tragitto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La grande macchina dell'accoglienza: oltre 260 persone per l'arrivo dei migranti a Porto Corsini

RavennaToday è in caricamento