menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Pasqua nel cuore: si festeggia donando un pasto ai senza fissa dimora

Il progetto ‘Mangiare a Casa’ rappresenta una nuova dimensione di consegna a domicilio, intesa come sperimentazione dell’iniziativa ‘Piatto sospeso'

Nel giorno di Pasqua, nel bel mezzo di un’emergenza sanitaria senza precedenti, RavennaFood - estensione locale di CheftoChef emiliaromagnacuochi - donerà un pasto ai beneficiari del progetto "Housing First" della cooperativa Il Solco, che offre un tetto ai senza fissa dimora.

“Si tratta di un primo passo verso l’avvio del progetto ‘Mangiare a Casa’, pensato per arricchire l’offerta gastronomica della ristorazione a regime comprendendo anche settori della distribuzione e della produzione di qualità già orientata a una dimensione sociale", spiega il capofila di RavennaFood Matteo Salbaroli. Il progetto ‘Mangiare a Casa’ rappresenta una nuova dimensione di consegna a domicilio, intesa come sperimentazione dell’iniziativa ‘Piatto sospeso’, che consente a chiunque di "alimentare" un fondo per la consegna di pranzi a persone con disagi economici con il sostegno di diverse associazioni ravennati (Avvocati di strada onlus sportello di Ravenna, comitato Rompere il Silenzio Ravenna, Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo, associazione Femminile Maschile Plurale, Ora e Sempre Resistenza odv, Slow Food Ravenna e Arci Ravenna Aps).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento