rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

La Pigna contro i velox: "Servono solo a fare cassa, occorre puntare sui dissuasori elettronici"

A brevissimo entreranno in funzione i quattro nuovi autovelox fissi annunciati a luglio e verranno posizionati 48 nuovi box in cui la Municipale sistemerà i velox mobili

E' stata approvata martedì dalla giunta una delibera relativa all’individuazione di 15 localizzazioni per l’installazione di altrettanti box dissuasori – rallentatori di velocità, all’interno dei quali la Polizia municipale collocherà alternativamente e in diversi momenti velox mobili per l’effettuazione di rilievi sul rispetto dei limiti di velocità, secondo un calendario dalla stessa predefinito. Ne seguiranno altre, fino ad arrivare a un totale di 48, mentre a brevissimo entreranno in funzione i quattro nuovi autovelox fissi annunciati a luglio.

In arrivo 48 nuovi autovelox, ecco dove sono

"Nel bilancio di previsione per il 2018, appena presentato dalla Giunta Comunale, c’é una significativa indicazione di entrate derivanti dai quattro nuovi autovelox e telelaser - commenta il capogruppo della Pigna Veronica Verlicchi - Si tratta di ben 4 milioni in più rispetto ai 5.911.000 euro del 2016, per un totale di quasi 10 milioni di euro. Con questa scelta l’amministrazione intende perseguire l’unico obiettivo di riempire le casse comunali pescando dalle tasche dei ravennati. Riteniamo che, oltre al doveroso controllo e all’applicazione delle sanzioni per gravi infrazioni al Codice della strada, debba essere messo in campo un piano di prevenzione delle infrazioni: l’uso indiscriminato di autovelox e telelaser non ha alcuna finalità educativa. É vero che vi sono zone, sopratutto nel forese ma non solo, dove esistono seri problemi per i residenti a causa della velocità di percorrenza della auto, ma agli strumenti di controllo della velocità vanno affiancati i dissuasori elettronici ad alimentazione fotovoltaica e a luci led; sistemi che hanno già dato prova, laddove utilizzati, di efficacia nella prevenzione delle infrazioni e, conseguentemente, nell’aumento della sicurezza stradale. Infatti, attraverso la visualizzazione della velocità di marcia, questi sistemi inibiscono le infrazioni e portano il conducente a rallentare. Già in sede di commissione consiliare bilancio abbiamo chiesto alla Giunta Comunale di prevedere l’acquisto e l’installazione, nel 2018, dei dissuasori elettronici di velocità: presenteremo anche un ordine del giorno che preveda di integrare l’utilizzo degli autovelox solamente laddove sia strettamente necessario per la sicurezza stradale e l’incolumità dei residenti, accompagnandoli, però, con i dissuasori elettronici di velocità".

Entrano in funzione i quattro nuovi autovelox

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Pigna contro i velox: "Servono solo a fare cassa, occorre puntare sui dissuasori elettronici"

RavennaToday è in caricamento