rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Faenza / Corso Giuseppe Garibaldi

La pioggia scioglie le bolle gialle della 'strada condivisa', Liverani (Lega): "Situazione pericolosa"

A Faenza, in Corso Garibaldi, nei giorni scorsi sono stati realizzate delle "bolle" di vernice per contrassegnare gli spazi della strada riservati a pedoni e biciclette. E' bastata un po' di pioggia, però, per rendere quelle bolle scivolose

"A Faenza la prima “strada condivisa”? Se fatta bene può essere utile, ma così è solo pericolosa!”: a dirlo è il consigliere comunale e regionale Andrea Liverani che è intervenuto sul caso di Corso Garibaldi, dove nei giorni scorsi sono stati realizzate delle "bolle" di vernice per contrassegnare gli spazi della strada riservati a pedoni e biciclette. E' bastata un po' di pioggia, però, per rendere quelle bolle scivolose: la vernice ha iniziato a sciogliersi e la zona è stata transennata dalla Polizia locale.

"Sono passati pochi giorni dall’inizio della sperimentazione della nuova opera che sono già chiari tutti i suoi limiti - commenta Liverani - Fin dall’inizio quest’opera ha creato confusione ad automobilisti e ciclisti che si sono visti, da un giorno all’altro, nuovi “cerchi gialli” sul manto stradale senza conoscere l'obbiettivo del loro utilizzo. Con le prime piogge si è poi evidenziata la pericolosità degli stessi perché realizzati con materiale estremamente scivoloso, al punto che le Forze di Polizia - dopo la caduta di una persona - sono state costrette a chiudere il tratto pedonale. Inoltre, con l'acqua, la vernice ha incominciato a sciogliersi, creando delle vere e proprie “pozze gialle”. Per questo ho deciso di intervenire in prima persona con una interrogazione che presenterò nei prossimi giorni, chiedendo chi ha proposto e progettato quest’opera, se l’amministrazione sia a conoscenza della situazione straordinaria accaduta martedì e se durante la progettazione fossero sorti dei dubbi sulla possibile scivolosità dell’opera".

"La problematica emersa dopo la pioggia di martedì pomeriggio che ha comportato la parziale cancellazione delle 'bolle' non era ovviamente prevista e né sarebbe dovuta accadere - spiegano dall'amministrazione comunale - La rimozione della vernice usata, del tipo lavabile, vista la natura sperimentale del progetto sarebbe invece dovuta avvenire, secondo le indicazioni della ditta incaricata, successivamente al periodo di sperimentazione e solo con l'utilizzo di una idropulitrice ad alta pressione e non durante un evento meteorologico, come invece è avvenuto martedì. Della cosa l'amministrazione si scusa per i problemi arrecati alla cittadinanza. Pertanto, alla luce di quanto accaduto, il Comune non sosterrà economicamente l'intervento ed è al lavoro per accertare le eventuali responsabilità".

L'amministrazione tiene però a sottolineare che "i progetti a tutela degli utenti deboli della strada sono e continueranno a essere una delle sue priorità; per questo motivo 'Strada per te', che interessa la viabilità condivisa di corso Garibaldi, proseguirà. I tecnici dello studio esterno incaricati di realizzare il progetto, in collaborazione con gli uffici comunali competenti, stanno studiando per realizzare, in tempi brevissimi, una soluzione alternativa alle 'bolle', così da definire al meglio le aree destinate alle diverse tipologie di utenti della strada".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pioggia scioglie le bolle gialle della 'strada condivisa', Liverani (Lega): "Situazione pericolosa"

RavennaToday è in caricamento