menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Polizia controlla gli "alloggi di fortuna": trovate due persone tra la sporcizia e borse rubate

Un analogo controllo è stato effettuato in un manufatto, in stato di abbandono, facente parte di una ex concessione demaniale, utilizzata come riparo notturno.

La Polizia di Stato nell’ambito delle attività finalizzate alla prevenzione dei reati in genere, ha effettuato venerdì mattina un serie di controlli che hanno interessato in particolare il Comune di Cervia.
Il servizio è stato effettuato dagli agenti del Posto di Polizia di Cervia, dell’Ufficio Immigrazione della Questura e della Polizia Locale di Cervia, che hanno controllato una struttura residenziale, al momento abbandonata, in via Bova all’incrocio con la Statale 16, poiché spesso utilizzata da cittadini extracomunitari come alloggio di fortuna.

La struttura si presentava fatiscente e in un avanzato stato di degrado seppure con erba tagliata di fresco e recinzione intatta con cancelli chiusi da lucchetti che, tuttavia, essendo molto bassa permette un facile accesso all’interno dell’area. Durante il controllo all’interno della casa principale al piano terra in mezzo a cumuli di immondizia su un materasso è stato trovato un 30enne cittadino tunisino, mentre al primo piano dello stesso stabile è stato identificato un 36enne cittadino tunisino, entrambi già noti alle forze dell'ordine e non in regola con le norme che regolano il soggiorno in Italia dei cittadini stranieri. 

I due cittadini stranieri sono stati condotti in Questura per la loro completa identificazione in seguito alla quale, sono stati muniti di decreto di espulsione con intimazione a lasciare il territorio nazionale entro il termine di otto giorni. I proprietari dell’immobile sono stati invitati a completare i lavori necessari per impedire accessi abusivi all’interno della struttura. Un analogo controllo è stato effettuato in un manufatto, in stato di abbandono, facente parte di una ex concessione demaniale, utilizzata come riparo notturno.

All’interno non è stata rilevata la presenza di persone ma sono stati rinvenute tre borse; tutti gli effetti personali e i rifiuti lì lasciati dagli sbandati che utilizzavano la struttura sono stati prelevati a cura del Comune di Cervia, mentre le tre borse, di note griffe e non risultate contraffatte sono state sequestrate dalla Polizia Locale perché risultate provento di furto.

borse-ravenna-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Attualità

Russi, partono i corsi di lingua del Comitato di Gemellaggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento