La prima "manovra" di De Pascale: "Polo scolastico a Lido Adriano e più fondi alla cultura"

Con l'assestamento del bilancio in corso d'anno arriva la prima manovra economica comunale del nuovo sindaco Michele De Pascale

Con l'assestamento del bilancio in corso d'anno arriva la prima manovra economica comunale del nuovo sindaco Michele De Pascale. “Istruzione e cultura: queste sono le priorità sulle quali abbiamo scelto di investire immediatamente, in attesa di un riordino più consistente - dichiara il sindaco Michele de Pascale -. La decisione di destinare fondi per il nuovo Polo Scolastico di Lido Adriano e di conferire maggiori assegnazioni all’area istruzione – per la realizzazione di progetti scolastici – all’Istituzione Biblioteca Classense e alle Fondazioni Ravenna Manifestazioni e Ravenna Antica, traccia fin da subito la direzione che intendiamo intraprendere. Cultura ed educazione significano sviluppo sociale, integrazione e crescita economica: investire sempre di più e sempre meglio in questi ambiti, significa compiere una scelta strategica per il futuro dei cittadini e per lo sviluppo della nostra città”.

L'assessora al bilancio Valentina Morigi commenta l'assestamento di bilancio che verrà discusso giovedì in Consiglio comunale: "Le variazioni dell'assestamento di bilancio  sono coerenti con gli obiettivi del pareggio di bilancio, evidenziandosi un saldo positivo tra entrate e spese finali di 2.979.091 euro. Il tutto in un contesto che vede un saldo attivo di cassa al 13 luglio di 55.274.827 euro, indice di una gestione virtuosa e che consente di affrontare agevolmente i pagamenti alle scadenze previste nell’esercizio, senza ricorso ad onerose anticipazioni di tesoreria".

Queste le principali caratteristiche della prima manovra di assestamento del bilancio 2016, varata dalla Giunta nei giorni scorsi: per quanto riguarda la parte investimenti la variazione più significativa consiste appunto nello stanziamento, mediante avanzo di amministrazione, di tre milioni e mezzo di euro per la realizzazione del primo stralcio del nuovo polo scolastico di Lido Adriano, opera fondamentale per la comunità della frazione. Il progetto prevede la costruzione di una nuova scuola elementare per dieci classi (due corsi) ed una palestra, con accesso da via Tono Zancanaro su un’area ceduta al Comune nell’ambito di un accordo ai sensi dell’articolo 18 della legge regionale 20/2000. Tale opera si aggiunge peraltro a quelle attualmente in corso, per un investimento complessivo di otto milioni di euro, di ampliamento e riqualificazione di numerose scuole in tutto il territorio comunale.

Tornando all’assestamento, per quanto riguarda le spese di parte corrente, si registra un incremento complessivo di circa un milione di euro. Le più significative variazioni riguardano: maggiori assegnazioni al servizio Ambiente per 171.000 euro da destinarsi, prevalentemente, al contratto di servizio per la disinfestazione; maggiori assegnazioni alla Fondazione Ravenna Manifestazioni per 150.000 euro e alla Fondazione Ravenna Antica per 130.000 euro a reintegro minori contribuzioni da parte delle Fondazioni bancarie; maggiori assegnazioni all’ Istituzione Biblioteca Classense per 66.000 per euro per il consolidamento dei servizi erogati; maggiori assegnazioni di 70.000 euro al servizio Edilizia per manutenzioni ordinarie del patrimonio e facchinaggio; maggiori assegnazioni all’area Istruzione per 46.000 euro per progetti scolastici. Le altre variazioni, di modesto singolo importo, sono determinate dalla necessità di riallineamento degli stanziamenti del bilancio 2016, costruito sulla base delle previsioni iniziali 2015, alle necessità espresse dalla gestione.
 Da segnalare, alla voce trasferimenti correnti, la previsione di contributi statali per Istituto Verdi e Accademia di Belle Arti per complessivi 450.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, per quanto concerne l’allineamento delle previsioni di bilancio alle disposizioni della legge di stabilità 2016, che ha previsto l’abolizione della Tasi sulle abitazioni principali ed una serie di sgravi sull’Imu, si evidenzia che ad oggi, sulla base dei dati relativi al versamento della rata di acconto di giugno dell’Imu, si stima un differenziale negativo di circa 2,9 milioni tra minore gettito Imu/Tasi dovuto ai citati interventi di fiscalità locale e corrispondenti compensazioni statali, che si auspica, come da impegni espressi dal governo, venga integralmente colmato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento