menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La protesta del sindacato: "Giù le mani dal distaccamento di Polizia stradale di Lugo"

Il sindacato Siulp di Ravenna interviene in merito alla chiusura del distaccamento di Lugo, penalizzato dalla riorganizzazione della Polizia stradale

Giù le mani dal distaccamento di Polizia stradale di Lugo. Il sindacato Siulp di Ravenna (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia) interviene in merito alla chiusura del distaccamento di Lugo, penalizzato dalla riorganizzazione della Polizia stradale in quanto “ubicato in aree in cui la viabilità ora non riveste più interesse strategico per la Polizia Stradale”.

"Chiudere con un colpo di spugna un ufficio di Polizia che è in un territorio a forte espansione demografica e commerciale, che vede l’attraversamento di importantissime arterie stradali come la strada provinciale San Vitale e la provinciale 95, strada di collegamento tra il casello autostradale Lugo-Cotignola dell'A14dir e la città di Lugo, non può e non deve accadere - insistono dal sindacato - La soppressione di questo ufficio sarebbe un grave danno per la prevenzione della sicurezza stradale del territorio, soprattutto in questo momento storico dove gli incidenti con esiti mortali sono tornati ad aumentare. Pertanto, a nostro modo di vedere, sarebbe più opportuno rinforzare l’organico di questo reparto che, nonostante il numero esiguo di dipendenti, fa emergere una produttività molto elevata: e lo dimostrano i numerosi controlli preventivi e soprattutto i dati sulla repressione a seguito dell’abuso di alcool alla guida".

In attesa di conoscere gli esiti della riunione che si terrà presso il Ministero il prossimo 11 febbraio, il segretario del Siulp Ravenna Herrol Benedetti si appella al Prefetto di Ravenna e alla politica local "affinché si possa scongiurare la chiusura di un importantissimo presidio della Polizia di Stato sul territorio; diversamente, il Siulp ravennate attuerà tutte le iniziative ritenute idonee alla sua salvaguardia, a tutela dei lavoratori di Polizia che vi lavorano, al servizio e a tutela di tutta la collettività".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento