Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Cervia

La regione finanzia con 20mila euro il progetto "Mare e sale, identità di un territorio"

Il progetto prevede la promozione dei tre eventi fortemente identitari di Cervia: lo Sposalizio del Mare, la Rotta del Sale e Sapore di Sale

Nella seduta del 21 giugno la Giunta regionale ha approvato il piano annuale 2017 e deliberato le graduatorie e i contributi ad associazioni e istituzioni culturali, comuni ed enti in materia di promozione culturale. Il progetto “Mare e sale, identità di un territorio. Eventi per promuovere la cultura delle civiltà marinara e salinara” presentato dall’amministrazione comunale di Cervia è stato finanziato con 20mila euro. Il progetto prevede la promozione dei tre eventi fortemente identitari di Cervia: lo Sposalizio del Mare, la Rotta del Sale e Sapore di Sale.

"La regione Emilia Romagna ha sostenuto con 20mila euro la promozione dei tre eventi che più appartengono all’identità della nostra città - commenta l’assessore alla cultura Michela Lucchi - con i quali, attraverso rievocazioni storiche e spettacoli, si vuole valorizzare la matrice storico culturale e sottolineare i luoghi simbolo, nei quali vengono tradizionalmente celebrati. I tre eventi da tempo sono organizzati con il coinvolgimento delle realtà associative locali e in collaborazione con l’Ecomuseo del Sale e del Mare di Cervia e Musa, con programmi intensi di iniziative dedicati ai cittadini e ai turisti. Siamo orgogliosi che la regione abbia riconosciuto la validità di tali progetti e questo è un importante contributo per la loro promozione".

Lo Sposalizio del Mare, giunto all'edizione numero 573, si celebra ogni anno il giorno dell'Ascensione, ed è la celebrazione tradizionale più antica e ricca di significati simbolici. La tradizione vuole che sia stata introdotta a Cervia nel 1445 quando Vescovo della Diocesi era il veneziano Pietro Barbo (poi papa Paolo II). Nel tempo al rito religioso sono stati associati eventi spettacolari. La Rotta del Sale, che si celebra in luglio, è la rievocazione storica del legame tra Cervia e Venezia nel tardo Medioevo, e propone la partenza delle barche, nel Quattrocento, per portare alla Serenissima il prezioso sale prodotto nelle saline locali. Sapore di Sale è la rassegna che si svolge da anni il secondo fine settimana di settembre. I momenti clou dell'evento sono il sabato e la domenica quando si rievoca la Rimessa del sale, ovvero il trasporto del sale dalle saline ai Magazzini in centro città, su burchielle trainate dai salinari. Il sale, beneaugurante, viene distribuito gratuitamente ai presenti. Nei giorni precedenti la rimessa sono organizzati mercatini, convegni, incontri e spettacoli per promuovere il sale di Cervia e l'antica cultura salinara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La regione finanzia con 20mila euro il progetto "Mare e sale, identità di un territorio"

RavennaToday è in caricamento