menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Romagna di Tonino Guerra e altri documentari da gustare a casa

Arrivano otto nuovi film documentari sulla piattaforma web "Doc a Casa". Un circuito di visioni emiliano-romagnole per riscoprire autori e storie del nostro territorio

Continua a dimostrarsi un punto di riferimento culturale e un servizio per gli amanti del cinema documentario e i filmmakers dell’Emilia-Romagna “Doc a Casa”, la piattaforma per la visione gratuita di documentari di autori e di opere della regione, organizzata dall’associazione dei Documentaristi dell’Emilia-Romagna (Der), che propone per la quarta settimana otto nuovi titoli.

Dall’8 al 14 maggio, sulla piattaforma www.docacasa.it saranno disponibili le seguenti opere: Affarin di Vincenzo Pergolizzi, un racconto sulla lunga odissea di bambini e ragazzi afghani in cerca di pace; Pascoliana di Michele Mellara e Alessandro Rossi, la centralità del paesaggio umano, animale e vegetale nel linguaggio poetico di Pascoli; Merica di Federico Ferrone e Michele Manzolini, storie tra Italia e Brasile, storie di migranti, storie che attraversano un secolo e un oceano; Il Vento bussa alla mia porta di Nelson Bova, la figura di Odoardo Focherini, carpigiano, che si prodigò per salvare la vita a centinaia di ebrei e morì nel lager di Hersbruck nel '44; Alla ricerca di Europa di Alessandro Scillitani, viaggio sulla Moya, barca inglese, con Paolo Rumiz e Piero Tassinari, alla ricerca di Europa; Il Vangelo secondo Matteo Z. Professione Vescovo di Emilio Marrese, il racconto del “mestiere” di vescovo di Matteo Zuppi, in una giornata, dall’alba alla notte; Due o tre cose che so di lei. Tonino Guerra e la Romagna di Nene Grignaffini e Francesco Conversano, una sorta di autoritratto di Tonino Guerra e, allo stesso tempo, un atto d'amore verso la sua terra; e Io c'ero di Nico Guidetti, il testamento spirituale di Mario Ferrario, che ha unito, come pochi, impegno civile e arte.

“Potenzialità e prospettive del fronteggiare in rete una imprevedibile crisi: come rompere, per un’industria culturale, l’isolamento di una pandemia a ondate?” è invece il titolo della quarta tavola rotonda organizzata dalla Der sempre sulla piattaforma “Doc a Casa”, lunedì 11 maggio alle ore 17.30, a cui parteciperanno le produzioni e gli autori degli otto film presentati, insieme ad ospiti ed esperti del mondo del documentario. Per partecipare basta seguire le indicazioni sulla piattaforma www.docacasa.it.  

Anche per la quarta settimana sarà possibile contattare via mail la produzione e/o gli autori di ciascun film in programma per un incontro on line, sia individuale che per gruppi di interesse. Nella sezione “Dettagli” di ogni film documentario, infatti, sarà possibile trovare la mail dell’autore e della produzione del film. Molti film documentari, inoltre, presentati nelle tre precedenti settimane, su gentile concessione degli autori/produttori, rimarranno ancora disponibili nella sezione “Circuito Doc”.

“Doc a casa” si rende, infine, disponibile per arricchire la didattica on line nelle scuole medie e superiori della Regione. I docenti emiliano-romagnoli potranno infatti proporre alla propria classe la visione gratuita di ciascuno dei film proposti, rivolto a una particolare tematica storico-sociale-artistica-letteraria o interessante per l’originale contenuto narrativo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento