menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La start-up che migliora le immagini satellitari con l'intelligenza artificiale al Forum dell'Onu

Studiomapp ha presentato alcuni casi d'uso dell'intelligenza artificiale applicata alle immagini satellitari sviluppati per il monitoraggio di infrastrutture critiche

Il 19 novembre la start-up ravennate Studiomapp è stata invitata a parlare al World Space Forum delle Nazioni Unite a Vienna sul tema dell’accesso allo Spazio per tutti (“Access to Space4All”). Si tratta del primo di una serie di eventi organizzati dalle Nazioni Unite sulla scia delle raccomandazioni formulate all’interno di tre High-Level Forum tra il 2016 e il 2018. L’evento ha riunito esperti, decisori, aziende private, università, ong e organizzazioni internazionali per condividere idee e opinioni sull'importanza dello Spazio per la società al fine di definire le strategie su quattro argomenti fondamentali: economia e spazio, società e spazio, accessibilità allo spazio, e diplomazia spaziale. 

Angela Corbari, Direttore operativo di Studiomapp, è stata invitata a parlare all’interno del panel dedicato all’uso dell’intelligenza artificiale per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità per il 2030 promosso dalle Nazioni Uniti e conosciuti come SDGs (Sustainable Development Goals), assieme ad ospiti illustri fra cui rappresentanti dell’Università di Oxford e di NVIDIA, l'azienda leader nella produzione di processori GPU, ottimizzati per gli algoritmi di Intelligenza Artificiale. Già a settembre Studiomapp era stata citata in un report presentato all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite come esempio di azienda che contribuisce al raggiungimento di tre obiettivi di sostenibilità: Obiettivo 9 – Industria, Innovazione ed Infrastrutture: monitoraggio di infrastrutture e cantieri; Obiettivo 11 – Città e comunità sostenibili: monitoraggio e design di città sostenibili, resilienti e umano-centriche; Obiettivo 14 – La vita in ambiente marino: tracciamento delle imbarcazioni per combattere la pesca illegale.

In quest’occasione Studiomapp ha presentato alcuni casi d'uso dell'intelligenza artificiale applicata alle immagini satellitari sviluppati per il monitoraggio di infrastrutture critiche come pipelines per il trasporto di gas e per il supporto alle agenzie preposte alla protezione civile in tutte le fasi di gestione dei disastri naturali, così come alle assicurazioni per la valutazione dei danni, dimostrando il valore e l’impatto che le nuove tecnologie possono avere per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Angela Corbari presenta le attività di Studiomapp al World Space Forum di UNOOSA-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento