rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

La storia della città nei filmini "casalinghi" dei ravennati all'Home Movie day

L’evento sarà l’occasione per presentare i risultati del bando che ha permesso di raccogliere 847 bobine di film, coinvolgendo 69 famiglie che hanno consegnato i loro film

Sabato 21 dalle 16.30 alla sala D’Attore di Casa Melandri, in via Ponte Marino 2, si svolgerà la tappa ravennate dell’Home Movie Day, evento internazionale dedicato al cinema amatoriale e di famiglia, a cura di "Sguardi in camera: Ravenna nei film di famiglia e amatoriali" e di "Home Movies Archivio Nazionale del film di famiglia", in collaborazione con il Comune di Ravenna - assessorato alle Politiche e cultura di genere. L’Home Movie Day è la giornata dedicata al cinema di famiglia coordinata dal Center for Home Movies di Baltimora e il 21 ottobre giungerà alla quindicesima edizione. Dall’Australia all’Uruguay, dal Giappone al Canada: in circa ottanta città nel mondo archivi, cineteche e associazioni organizzano eventi, proiezioni, incontri dedicati al cinema amatoriale. Gli eventi hanno lo scopo di far conoscere il prezioso patrimonio storico e culturale costituito dalle pellicole amatoriali (9,5 mm, 8 mm, Super8 e 16 mm) spesso dimenticate nelle soffitte e nelle cantine.

Le pellicole raccolte con "Sguardi in camera"

L’evento sarà l’occasione per presentare i risultati del bando avviato nei mesi di maggio e giugno di quest’anno e che ha permesso di raccogliere 847 bobine di film (suddivise fra 8mm, super8 e 16mm) coinvolgendo 69 famiglie che hanno consegnato i loro film per circa 150 ore circa complessive di girato. I donatori sono stati intervistati nel corso di 65 incontri in cui sono state raccolte informazioni, notizie, create delle schede di documentazione. Verranno proiettati alcuni brevi film dei cineamatori ravennati, che sono stati nel frattempo restaurati e digitalizzati, esempi di una piccolissima parte di un considerevole patrimonio audiovisivo che si è costituito e che riguarda la storia della città e dei suoi abitanti. A seguire, alle 17.30 verrà proiettato il film documentario "Il treno va a Mosca" alla presenza di Michele Manzolini che, insieme a Federico Ferrone, ha firmato la regia: il film è stato presentato in numerosi festival internazionali e definito dal regista Paolo Virzì “un poema lirico, visivo, musicale, politico, umano, esistenziale, storico, comico, struggente su cosa voleva dire il comunismo italiano e su cosa era l’Italia negli anni’50”. L’ingresso è libero. Interverranno: Ouidad Bakkali, assessore alle politiche e cultura di genere; Giuseppe Pazzaglia e Silvia Savorelli per Sguardi in camera; Mirco Santi e Paolo Simoni dell’Home Movies. Archivio Nazionale del Film di Famiglia – Bologna.

I ricordi di una volta riaffiorano con "Sguardi in camera": raccolte più di 700 pellicole

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia della città nei filmini "casalinghi" dei ravennati all'Home Movie day

RavennaToday è in caricamento