Cronaca

La storia di Carolina, attrice con la sindrome di Down che sogna di lavorare con Raul Bova

Durante l’incontro, Carolina ha più volte sottolineato l'amore per il suo lavoro in un supermercato di Lugo e l'importanza della sua famiglia

Grande partecipazione sabato all'incontro organizzato dalla cooperativa sociale San Vitale presso la libreria “Libridine” di Ravenna con Carolina Raspanti, attrice lughese con sindrome di Down protagonista del film “Dafne”, ospite della rassegna “Giornate da Libridine”.

La 35enne ha raccontato della sua passione per la lettura e la scrittura che l'ha portata alla pubblicazione di due libri (il terzo in arrivo racconterà della sua esperienza sul set), passando poi a spiegare come è stata contattata dal regista Federico Bondi per "Dafne", le riprese, i festival e le presentazioni alle quali ha partecipato dopo l’uscita della pellicola. Durante l’incontro, Carolina ha più volte sottolineato l'amore per il suo lavoro in un supermercato di Lugo e l'importanza della sua famiglia, che l'ha sempre supportata in tutte le sue iniziative: “Mi sento una ragazza fortunata – ha detto - che ha avuto tanto dalla vita”. Alla domanda se intenda fare altri film in futuro, Carolina ha risposto simpaticamente: “Per il momento no, ma per una particina in un film con Raoul Bova potrei ripensarci".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di Carolina, attrice con la sindrome di Down che sogna di lavorare con Raul Bova

RavennaToday è in caricamento