menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La tartaruga marina Fernanda torna a nuotare in mare aperto

Attualmente i biologi marini hanno in cura circa una decina di tartarughe, delle quali 3 già pronte a tornare in mare nelle prossime settimane

Si è svolto giovedì mattina, al largo di Ravenna, il rilascio della fartaruga marina Fernanda. L'esemplare, di quasi 17 kg, era stato consegnato al centro di recupero Cestha, con sede a Marina di Ravenna, lo scorso inverno, catturato accidentalmente da una rete da pesca. Subito sottoposto agli esami veterinari aveva rivelato una forte debilitazione, confermata poi dall'espulsione di alcuni frammenti di plastica assieme alle feci.

Purtroppo non è un evento raro quello di trovare residui di plastica in questi animali, alle volte riscontrabile solo con indagini specifiche eseguite dagli esperti ricercatori del centro di recupero, punto di riferimento per tutta la zona del ravennate e del ferrarese.  Per implementare le attività a tutela di questi animali, Cestha ha da poco inaugurato un centro di primo soccorso a Porto Garibaldi, riconosciuto e autorizzato ufficialmente dal Ministero dell'Ambiente visto l'impegno e la professionalità degli operatori che lavorano per l'istituto di ricerca. Attualmente i biologi marini hanno in cura circa una decina di tartarughe, delle quali 3 già pronte a tornare in mare nelle prossime settimane. A breve ripartiranno anche le visite guidate presso il vecchio mercato del pesce, dove l'ente ha sede.

tarta2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento